Home Enogastronomia Slow Food, si continua a guardare al futuro

Slow Food, si continua a guardare al futuro

10
SHARE
Slow Food, si continua a guardare al futuro
Slow Food, si continua a guardare al futuro
Tempo di lettura: 2 minuti

Questa settimana andiamo a parlare di qualcosa di diverso: nessuna recensione nè consigli per una buona cena o un buon pranzo, ma un argomento che sta molto a cuore a tutti noi, amanti della buona tavola, del mangiare sano, della cultura della salute sulla forchetta.

Slow Food.

Sabato scorso, nella meravigliosa cornice del  Castello di Moncalieri – Torino si è svolto il Congresso di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta che ha eletto il nuovo Presidente e la nuova segreteria regionale.

Ad aprire i lavori un ospite d’eccezione: Luca Mercalli. Il noto meteorologo ha posto l’accento sull’urgenza di agire da subito contro i cambiamenti climatici dovuti al surriscaldamento della terra, la cui evidenza scientifica si è andata consolidando di anno in anno. “Non si più aspettare ad agire – ha affermato Mercalli rivolgendosi ai delegati delle Condotte Slow Food, al Presidente nazionale Burdese e agli ospiti presenti – contro il cambiamento climatico che influisce inevitabilmente sull’agricoltura e quindi sul cibo che proprio Slow Food pone al centro di tutto”.

E’ stato un appuntamento particolarmente significativo perchè il Presidente regionale uscente Bruno Boveri, dopo dieci anni di conduzione di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta lascia il testimone alla nuova squadra dirigente. 

I circa 90 delegati presenti hanno votato, in qualità di Presidente, Davide Ghirardi, che da oltre 11 anni fa parte dell’ufficio educazione di Slow Food Italia ed è stato il fiduciario della Condotta Monregalese Cebano Alta Val Tanaro Pesio per gli ultimi quattro, Gabriella Chiusano come Segretario regionale, fiduciario uscente della Condotta del Monferrato astigiano, e i tre membri del Comitato esecutivo : Ludovico Roccatello, Marlena Buscemi e Luigi Carbonero.

Correlato:  Da Torino alla Tivù: @lagonzi, foodblogger su Real Time

La nuova segreteria, una squadra giovane e rinnovata, nasce dal gruppo di lavoro che nella fase precongressuale si è interrogata sul futuro del regionale, organizzando incontri sui territori e lavorando gomito a gomito al documento programmatico dei prossimi quattro anni.

“Ringrazio tutti i delegati e tutta l’associazione – afferma il neo Presidente Ghirardi – per la fiducia accordata al nostro gruppo, in un percorso che ci ha visto creare una proposta programmatica ambiziosa sia per la crescita del numero soci (abbiamo l’obiettivo di passare da 3.000 a 4.000 soci nella nostra regione entro la fine del 2014), sia soprattutto per le progettualità che intendiamo mettere in pratica nel quadriennio per censire, educare, comunicare e promuovere tutto ciò che c’è di buono, pulito e giusto in Piemonte e Valle d’Aosta”.

Educare, comunicare, promuovere tutto ciò che c’è di buono.

Ci piace!

Valeria Saracco

( Seguimi anche su duecuorieunaforchetta.com)



Commenti

SHARE