Home Ambiente Un’auto tira l’altra. La Torino automobilistica dei record negativi

Un’auto tira l’altra. La Torino automobilistica dei record negativi

12
SHARE
Un'auto tira l'altra. La Torino automobilistica dei record negativi
Un'auto tira l'altra. La Torino automobilistica dei record negativi
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino siamo spesso precursori di mode, invenzioni e tendenze, ma in un campo siamo tra gli ultimi: le automobili.

Complice la presenza ingombrante della Fiat, sotto la Mole Antonelliana le auto sono storicamente tante, ora forse troppe. 680.883 vetture di proprietà, una cifra mostruosa che si può capire più facilmente con un esempio pratico: se tutte le auto venissero incolonnate, la lunghezza di questa fila di lamiere e marmitte coprirebbe interamente la strada che va da Torino ad Istanbul.

Un'auto tira l'altra. La Torino automobilistica dei record negativi

In più, ogni giorno entrano in città altri 240mila pendolari automobilisti che vengono dunque a parcheggiare i loro mezzi a quattro ruote sul suolo cittadino.

Lo spazio occupato è dunque incredibilmente elevato, si parla di oltre 9 milioni di metri quadrati, una superficie maggiore dell’intero parco di Yellowstone.

Ciò che preoccupa è la tendenza: in tutto il mondo, da Parigi a New York, l’auto privata è un oggetto in declino, mentre qui da noi il tasso di motorizzazione ha ormai raggiunto livelli problematici.

Secondo il più recente rapporto “Ecosistema Urbano” di Legambiente, a Torino ci sono 60 auto ogni 100 abitanti (dati 2012), contro una media europea di 56.

070603 14 Oval e parcheggi

Se poi consideriamo che il 60% delle automobili trasporta una sola persona alla volta (e si raggiunge l’85% se si considerano solo gli spostamenti casa-lavoro) le conseguenze ambientali e di spazio occupato diventano evidenti a tutti.

Correlato:  Il ponte che non sa ancora se potrà chiamarsi "Mauro Rostagno"

Le soluzioni ci sono e sono anche a portata di mano e di tasche: car sharing, biciclette o i cari, vecchi mezzi pubblici (un autobus può trasportare da solo 30 persone e occupa lo spazio di appena tre vetture).

Qualsiasi cosa potrebbe essere meglio di un puzzolente, ingombrante, costoso rottame a quattro ruote.

Marco Parella



Commenti

SHARE