Home Arte Soldati e storia, ancora pochi giorni in Piazza Castello

Soldati e storia, ancora pochi giorni in Piazza Castello

13
SHARE
Soldati e storia, ancora pochi giorni in Piazza Castello
Soldati e storia, ancora pochi giorni in Piazza Castello
Tempo di lettura: 2 minuti

Prosegue fino a domenica l’interessante mostra “Soldati 70 anni al Servizio”: l’esposizione è allestita nella sala Mostre della Giunta regionale in piazza Castello 165.

All’interno sono esposte uniformi originali, attrezzature specialistiche, materiali unici, testimonianze della Brigata Alpina Taurinense e rari cimeli forniti dalla collezione del Museo Bolaffi.

L’obiettivo di questa mostra, che sta riscuotendo un buon successo, è quello di ricordare ai visitatori le principali missioni e interventi militari del dopoguerra.

L’evento, promosso dalle Associazioni d’Arma di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato del Piemonte, fa parte del programma delle celebrazioni del 17 marzo in cui si è celebrato la “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”.

E’ da poco trascorso anche il giorno del centocinquantatreesimo anniversario della proclamazione del Regno d’Italia al teatro Carignano di Torino: la città ha ricordato la  “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” con concerti a cura delle Fanfare e Bande militari, mentre domenica scorsa in piazza Castello si è anche tenuto il primo raduno di Assoarma Piemonte.

Lunedì 17 è stato anche presentato a Palazzo Lascaris il libro “150°. Soldati a Torino. Storia, tradizioni e raduni”.

Inoltre, la celebrazione ha vissuto un importante momento nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Commerciale “Sommelier”, in cui Assoarma Piemonte ha curato una presentazione del significato della Giornata e ha consegnato una copia della Costituzione Italiana agli studenti neo maggiorenni.

All’inaugurazione della mostra è intervenuto il presidente del Consiglio Comunale Giovanni Maria Ferraris che ha voluto sottolineare come a Torino siano nate le prime scuole militari. Il presidente ha poi ricordato che durante i raduni delle forze armate, avvenuti durante i festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità Nazionale, i cittadini sono stati coinvolti attivamente e hanno sostenuto l’iniziativa con grande calore. In ultimo ha ringraziato gli organizzatori ricordando loro che l’Amministrazione comunale sostiene e appoggia tutte le iniziative importanti come quella della celebrazione “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”.

Correlato:  Nuova vita per il palazzo Trucchi di Levaldigi

A.Bes.



Commenti

SHARE