Home Enogastronomia Teatro e cucina unite in un festival a Torino

Teatro e cucina unite in un festival a Torino

2
SHARE
Teatro e cucina unite in un festival a Torino
Teatro e cucina unite in un festival a Torino

Giunge alla quinta edizione Play with Food – La scena del cibo, il primo festival di arti visive e performative interamente dedicato al cibo, ideato e curato dai Cuochivolanti e dall’Associazione CuochiLab.

Il programma della nuova edizione – che si svolgerà a Torino dal 26 al 30 marzo 2014 – include progetti selezionati attraverso quattro bandi rivolti ad artisti, videomaker, fotografi, teatranti, drammaturghi, coreografi, grafici, e creativi di ogni disciplina.

Il festival nasce da un’idea dei Cuochivolanti, dal 2006 impegnati sul doppio fronte del teatro e della cucina: dai servizi di catering ai cabaret-aperitivo, dalle performance di live cooking alla cucina a domicilio, Roberta Cavallo, Davide Barbato, Patrizia Capuzzi con la collaborazione dell’attrice Chiara Cardea, affiancati frequentemente da altri cuochi, artisti e teatranti (Associazione CuochiLab), hanno sempre cercato forme nuove e creative per proporre al pubblico temi importanti come il cibo, il nutrimento e la convivialità.

Nel 2010 l’esperienza artistico-gastronomica dei Cuochivolanti e dell’Associazione CuochiLab fa nascere l’idea di un festival in grado di raccogliere le proposte di teatranti, performers, artisti visivi, fotografi, danzatori capaci di confrontarsi in modo creativo con il tema del cibo: un festival multidisciplinare che sottraesse il cibo al mondo dell’intrattenimento enogastronomico per riportarlo al centro di una riflessione artistica, politica e filosofica, senza trascurare il gioco e il divertimento.

Teatro e cucina unite in un festival a Torino
Teatro e cucina unite in un festival a Torino

Il grande successo delle prime edizioni, presto sostenuto da importanti realtà culturali del territorio come il Circolo dei lettori, l’Associazione Baretti, l’Associazione Qubì, il Festival Cinemambiente, il Comune di Torino, il Teatro Stabile di Torino, e patrocinato dalla Regione Piemonte, è documentato nel libro “Play with Food – La scena del cibo”, edito nell’aprile 2011 da Editoria&Spettacolo.

La quinta edizione del festival vede alcune importanti novità: in controtendenza con l’attuale situazione del panorama artistico e culturale, il festival vuole dare un piccolo segnale di ottimismo aumentando, rispetto all’ultima edizione, i compensi previsti per gli artisti e stringendo nuove collaborazioni per incentivare la distribuzione e la visibilità dei progetti, grazie alla partecipazione della curatrice Olga Gambari, dell’etichetta discografica indipendente Megasound, dello spazio ZonaK e di ArteSera Produzioni.

Nello specifico, ZonaK e Megasound ospiteranno nelle proprie stagioni alcuni progetti selezionati dal programma del festival, garantendo agli artisti un passaggio in piazze prestigiose e importanti come Milano e Roma.

 

r.mazzone@mole24.it

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here