Home Spor-to Juve, primo round ai punti

Juve, primo round ai punti

0
SHARE
Juve, primo round ai punti
Juve, primo round ai punti

Non è stata la migliore Juve, è stata un’ottima Fiorentina. Ne è uscito fuori un 1-0 che, se si ripetesse giovedì in Europa League, lascerebbe ben più di una porta aperta alle speranze viola per il ritorno al Franchi.

La Juve ha dominato il primo tempo, con il difetto di non trovare mai la via della porta (nessun tiro nello specchio) fino alla magia di Asamoah, che si è aggiustato il pallone con tecnica sopraffina e al 42′ ha scaricato un fendente diagonale che, complice anche una deviazione, ha fulminato Neto. Gioco, partita, incontro.

Già, perchè i bianconeri nella ripresa non hanno sfoderato soprattutto la mole di gioco della prima frazione di gioco, si sono limitati a contenere, con qualche affondo qua e là, e fra l’altro hanno tirato un sospiro di sollievo clamoroso in occasione della traversa colpita da Matos praticamente a fine partita.

Una traversa che avrebbe scalfito l’illibatezza dello Juventus Stadium, che finora da settembre ha visto solo trionfi. Già, perchè, fatte le dovute critiche, adesso occorre contestualizzare. Stiamo parlando di una domenica nella quale la Juve ha, se non chiuso, dato una mazzata decisiva ai giochi scudetto: la Roma è uscita sconfitta da Napoli, e nel migliore dei casi avrà 11 punti da recuperare ai bianconeri, se riuscirà a battere un Parma in serie positiva da 15 giornate: null’altro che facile.

Parliamo di una squadra da record, che ogni tanto dimostra un lieve appannamento soprattutto atletico, e ci mancherebbe pure dal momento che adesso gli uomini di Conte sono chiamati a un tour del force clamoroso.

Correlato:  Torino, il Global Summer Festival sbarca al Parco della Certosa di Collegno

Ma parliamo, questo è il punto, di una squadra che ha un’opportunità unica: provare a vincere dopo anni un titolo europeo, seppure non IL titolo per eccellenza, giocandosi una finale in casa. Non è poco, ma è poco quello che si è visto ieri per stare tranquilli in vista del derby italiano, proprio contro la Fiorentina. E i viola visti ieri a Torino sono tutt’altro che un avversario morbido: forse non sbaglia chi dice che il derby tricolore agli ottavi, se non è una finale anticipata, poco ci manca.

Marco Gallo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here