Home Enogastronomia Azionariato popolare, co-working e buon cibo: questo è la “Vetreria”

Azionariato popolare, co-working e buon cibo: questo è la “Vetreria”

56
SHARE
Azionariato popolare, co-working e buon cibo: questo è la
Azionariato popolare, co-working e buon cibo: questo è la "Vetreria"

Che relazione c’è tra l’azionariato popolare e un nuovo locale? Che cos’è l’articolo 4 e cosa c’entra con la Vetreria di Vanchiglia? (Per ora non ci spostiamo ancora dal nostro quartiere in esplorazione).

Soprattutto: il nuovo spazio inaugurato da settembre è una sala studio, una birreria o una sede di corsi variegati e un ristorante?

 foto 4

Iniziamo con il dire che la porta d’entrata non molto grande anticipa un’anticamera  suggestiva fatta di balle di fieno e annunci appesi al muro. Poi, dopo una decina di passi una tenda di plastica un po’ destabilizzante apre le porte ad uno spazio sorprendente di 450 mq che ricorda un po’ un antico saloon western.

 foto 5

Andiamo con ordine. L’Azionariato popolare nasce il 1 maggio (e non una data a caso) del 2013 dal progetto di Partecipazione Popolare finalizzato a proporre anche in Italia una pratica nuova per la gestione collettiva di spazi e di attività. Tanti piccoli finanziatori con diverse idee.

L’”Articolo 4” è anche il nome della Cooperativa Sociale che coordina e gestisce il locale, ma soprattutto ha lo scopo di perseguire l’interesse della comunità.

 

Infine c’è un contenitore di tutto questo che è la Vetreria, luogo dove durante di giorno si può leggere, studiare e lavorare con wifi libero, una biblioteca destinata e una zona libera di Co-working; per chi lo desidera è inoltre possibile partecipare a diversi laboratori gratuiti, dall’apprendimento di lingue straniere ai corsi di chitarra.

Dopo cena il locale si trasforma in spazio di concerti dal vivo, dj set, eventi di danza, cinema, teatro, letteratura e poesia. Inoltre, Radio Banda Larga trasmette da qui ogni giorno musica e interventi.

 foto 3

E infine il motivo per cui siamo qui è il fantomatico menù del pranzo e della cena. Un vasto assortimento di proposte variegate dal vitello tonnato di tutto rispetto (carne roastbeef con giusta cottura e una buona salsa), l’agnello dorato alla crema di lenticchie e alla millefoglie di zucca, il flan di cavolfiori, tutti piatti con prezzi sotto i 10 euro.

L’acqua naturale e gasata sono rigorosamente gratuite e tendenzialmente quando prendono le prenotazioni si siedono al tavolo con te, quando si dice Co-working fino in fondo…  La Vetreria sarà aperta tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 10 del mattino fino a tarda sera anche i bambini qui possono avere uno spazio di espressione, andate a curiosare.

Valeria Saracco

 

Mi trovi anche su duecuorieunaforchetta.com

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here