Home Cronaca di Torino E’ torinese l’architettura naturale

E’ torinese l’architettura naturale

5
SHARE
E' torinese l'architettura naturale
E' torinese l'architettura naturale

Tornare ai materiali primari, costruire con elementi naturali. Un sogno? Mica tanto, a sentire gli architetti torinesi che hanno dato vita al gruppo di lavoro “Archinature”. “ArchiNature rappresenta un ideale. Vivere, crescere e costruire in un modo nuovo, rispettoso dell’ambiente ed in armonia con la natura che ci circonda”, spiegano.

Il concetto prende le mosse dai principi della Permacultura, della bioedilizia, dell’autosufficienza energetica, della sostenibilità e promuove nuovi modelli di vita, di lavoro e di risparmio. Gli architetti sono sicuri che il metodo possa funzionare: “Le nostre abitazioni dovranno essere luoghi di riposo, pensiero, cibi sani e giardini pieni di risate. I sistemi costruttivi e i materiali che ArchiNature promuove sono semplici ma estremamente innovativi e funzionali”.

Legno, paglia, pietra e argilla sono i materiali con cui vengono costruiti edifici e abitazioni, e sul loro sito sono presenti anche una serie di concept, di progetti che possono essere realizzati. Ma come nasce Archinature? Lo spiega Roberta, uno degli architetti: “Siamo un team di ragazzi e ragazze giovani, ci siamo trovati a fare un corso sulle “costruzioni in balle di paglia” lo scorso aprile: ci siamo appassionati talmente tanto che abbiamo deciso di lavorarci su”.

Due architetti , un ingegnere edile, due studentesse di architettura prossime alla laurea, un altro architetto in procinto di terminare l’esame di stato, un informatico, un esperto in comunicazione e un grafico: questo è il team di lavoro che si propone di essere rivoluzionario sotto molti punti di vista.

“Siamo giovani e fiduciosi, stiamo lavorando a formare questo team per progettare e costruire case in paglia, ovvero con struttura (pilastri, solette e travi) in legno e i tamponamenti, quindi i muri con balle di paglia (quelle classiche rettangolari) poi intonacati in calce esternamente e in terra cruda internamente”. Si parla quindi, giova ricordarlo, di bioedilizia e case dette “passive”. Il che significa che un’abitazione così costruita è isolata, salutare, nel senso che non emette sostanze nocive e traspirante, ovvero fa migrare il vapore dall’interno verso l’esterno con facilità evitando muffe. Gli ordinativi non mancano: “Abbiamo molte persone interessate e intenzionate a costruirsi la casa in paglia, infatti stiamo lavorando anche a fianco ad agenzie immobiliari, a costruttori e ad aziende partner per gli impianti”

Correlato:  Causa maltempo, posticipata l'inaugurazione del Villaggio Natalizio a Torino

Curiosi? Archinature è a Venaria. Info: www.archinature.itinfo@archinature.it.

Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here