Home Cronaca di Torino Gtt, la protesta è anche contro chi protesta

Gtt, la protesta è anche contro chi protesta

5
SHARE
Gtt, la protesta è anche contro chi protesta
Gtt, la protesta è anche contro chi protesta

Partiamo dalla notizia: mercoledì 5 febbraio ci sarà l’ennesimo sciopero Gtt. “Nella giornata di mercoledì 5 febbraio 2014 è previsto uno sciopero di 24 ore indetto dalle organizzazioni sindacali FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FAISA CISAL, UGL TRASPORTI e FAST CONFSAL”, si legge sul sito ufficiale dell’azienda trasporti torinese.

Continuiamo con le questioni tecniche. Gli orari di garanzia per mercoledì saranno: Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00, Metropolitana: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00, Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30, sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30. Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull’operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da GTT, con conseguenti possibili disagi per la clientela.

In realtà questa volta trattasi non di sciopero locale, ma di adesione all’agitazione nazionale, che vede Torino ovviamente protestare per la vendita di parte di Gtt da parte del Comune.

gtt

Un’altra giornata di passione, quindi, che corrisponde a un aumento dei brontolii, peraltro giustificatissimi, degli utenti torinesi. Come sempre accade, anche in questo caso sono i Social Network la cartina di tornasole ideale per misurare la reazione dei cittadini. Solitamente su Twitter in molti se la cavano con l’ironia, ma stavolta pare di no. Basta leggere i commenti ai Tweet del canale ufficiale Gtt per averne un riscontro: si va dal più pacato “Tanto per cambiare” ai più adirati “Avete rotto e non poco”, “E’ ora di finirla”, “Andate a Zappare”. C’è chi si chiede che senso abbia pagare l’abbonamento per un servizio regolare, dal momento che (ndr) ormai gli scioperi hanno una cadenza se non bisettimanale, quasi mensile. Virginia (@Deligiavirginia) non lascia spazio ad argomentazioni ulteriori: “Avete rotto le palle con questi scioperi inutili, quando inizierete a lavorare sul serio vi potrete permettere di scioperare”.

Correlato:  Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

Ecco.

Le risposte di chi sciopera spesso sono invece sull’altro Social Network, anzi, il social per eccellenza: Facebook, dove sono presenti almeno tre gruppi che difendono le proteste del personale Gtt. Come il gruppo “Noi Gtt“, sul quale l’utente Roberto Rosario Faranda scrive: “Il settore park, è parte integrante del GTT ..Cedere un ramo di azienda che produce utili è un grave errore..il modello fs non fa altro che aumentare le tensioni sociali ,indebolire il gruppo,4cc ecc..il vecchio detto dividi e impera è vecchia come il cucco,cari colleghi/e,non cadiamo nel tranello balordo della proprietà e alcuni illuminati della GTT ..uniti si vince..questo è il nostro motto…”. Oppure i gruppi simili, come “Quelli che lavorano alla Gtt Spa“.

Esistono anche gruppi contrari, come la pagina “Basta Sciopero Gtt”. O il molto meno pacato “Gtt Merda”, che a giudicare dal nome non se la prende tanto con gli scioperi quanto con l’azienda in sè. Anche in questo caso la lamentela contro non tanto le ragioni di chi protesta, quanto i disagi che questa protesta comporta, sono affidate ai singoli messaggi di protesta. Che testimoniano un fatto: purtroppo, quando lo sciopero è a singhiozzo, crea disagi temporanei e raggiunge, forse, il solo obiettivo di indispettire i clienti, i pendolari e i lavoratori, senza costringere l’azienda o chi per essa a rivedere radicalmente le proprie decisioni. Il caso di Genova, bloccata letteralmente per giorni, testimonia come un’agitazione a oltranza, organizzata e non spezzettata fra mille micro scioperi qualche risultato lo porta.

A.Bes.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here