Home Cronaca di Torino Papa Francesco a Torino? Non prima del 2015

Papa Francesco a Torino? Non prima del 2015

2
SHARE
2015: Papa Francesco festeggia Don Bosco
2015: Papa Francesco festeggia Don Bosco
Tempo di lettura: 2 minuti

Nulla da fare per i torinesi che attendevano il Papa a Torino nei prossimi mesi. Se ne riparla il prossimo anno. Bicentenario della nascita di Don Bosco, Ostensione straordinaria della Sindone, ed Expo. Questi i tre motivi che porteranno (anche se le date e i dettagli sono da confermare) Papa Francesco, nel 2015, sotto la Mole prima, sotto la Madunina poi.

Per ora si tratta di un’indiscrezione, secondo La Stampa circolata la settimana scorsa durante i festeggiamenti per il ritorno dal viaggio nei cinque continenti dell’urna con la reliquia di Don Bosco.

Il Papa è stato inviato a Milano dall’arcivescovo Scola, in occasione della presenza ecclesiale all’Expo di Milano sul tema «Nutrire il pianeta. Energia per la vita». E il passo da Milano a Torino è breve. I motivi ci sono: pubblici, come anticipatato, ma perchè no anche privati. Bergoglio potrebbe infatti incontrare i suoi parenti che provengono dall’Astigiano.

Legato alla visita papale sarà anche l’Ostensione, di cui quindi si organizzeranno le date, probabilmente nel periodo dell’Expo (da maggio a ottobre). Circola insistentemente, per l’arrivo di Bergoglio, l’ipotesi 24 maggio, data della festa di Maria Ausiliatrice, nonché data dell’ultima visita di Papa Giovanni Paolo II nel 1998.

Comunque a breve Nosiglia sarà informato dal Vaticano relativamente a Ostensione e arrivo di Papa Francesco, e tutti i misteri saranno svelati. Intanto l’annuncio di Nosiglia sull’Ostensione: ‘Con molta speranza, e anche con un poco di trepidazione ho la gioia di annunciare che si terra’ nella Cattedrale di Torino, nel 2015, un’ostensione straordinaria della Santa Sindone. Ho, infatti, ricevuto nei giorni scorsi dalla Segreteria di Stato della Santa Sede la comunicazione dell’assenso, da parte del Santo Padre, a tale ostensione pubblica nell’ambito delle celebrazioni per il secondo centenario dalla nascita di San Giovanni Bosco, Padre e Maestro dei giovani, il cui fecondo carisma e’ oggi piu’ attuale e vitale che mai, anche nelle opere da lui avviate e nel servizio che i suoi figli e le sue figlie delle congregazioni salesiane svolgono a favore della Chiesa universale”.

Correlato:  Slot Machines, la guerra del Piemonte: sgravi fiscali a chi le toglie

 

 

Si era parlato di una visita papale prima del prossimo anno, e numerosi contatti erano stati presi per portare Bergoglio in città già a maggio. Addirittura erano trapelate alcune ipotesi relative al percorso di Francesco, che avrebbe visitato prima i parenti nell’astigiano e poi Torino in occasione della Fiera del Libro. Il calendario papale non si adatta però al periodo scelto: in Maggio il Santo Padre dovrebbe essere in Israele.

Inoltre, ma questa è opinione di chi scrive, viene da chiedersi quale enorme macchina organizzativa avrebbe potuto investire il Lingotto in caso di visita Papale. E soprattutto se la struttura sarebbe stata capace di ospitare un flusso di fedeli mostruoso, in aggiunta a quello già di per sè enorme dei visitatori abituali della kermesse del Lingotto. In sintesi: per ora niente Torino.

Il prossimo anno, invece, sarà con ogni probabilità quello buono: anche gli organizzatori dell’anno Bicentenario di Don Bosco confermano che l’Ostensione potrebbe essere organizzata in primavera. Insomma: la Mole attende un 2015 di quelli che i fedeli potranno ricordare a lungo.

Andrea Besenzoni



Commenti

SHARE