Home Cronaca di Torino Un debito da 2.300 euro per ogni piemontese

Un debito da 2.300 euro per ogni piemontese

0
SHARE

In Piemonte i bambini nascono già con un debito di 2.300 euro sulla testa.

Lo dice il bilancio presentato in questi giorni dall’assessore Gilberto Pichetto, che snocciola numeri preoccupanti: il debito della nostra regione a fine del 2013 ammontava a 9,7 miliardi di euro, 2.300 euro circa per ogni piemontese, neonati inclusi.

L'assessore regionale Gilberto Pichetto
L’assessore regionale Gilberto Pichetto

Aldo Reschigna e Wilmer Ronzani, consiglieri Pd, attaccano Pinchetto, sostenendo che queste cifre siano il risultato di una disastrosa gestione Cota, passata dai 4,8 miliardi di passivo al momento dell’elezione ai 9,7 attuali.

La giunta in carica, inoltre, si sarebbe idnebitata, nel solo biennio 2013/’14 di ulteriori 3,7 miliardi di euro per pagare i fornitori in credito da anni.

A far paura, poi, è il futuro, dato che questi soldi (rate trentennali da 335 milioni nel 2013 e 490 a partire dal 2015), necessari per rifondere il capitale e pagare gli interessi accumulati, dovranno, giocoforza, essere sottratti ad altri capitoli di spessa ben più utili per i cittadini.

Roberto Cota, governatore del Piemonte
Roberto Cota, ex governatore del Piemonte

Pichetto, pur ammettendo la veridicità dei questi numeri, difende il suo operato, ricordando che

<Nel 2013 abbiamo recuperato 1 miliardo e 800 milioni di disavanzo ovvero di debiti del loro passato. Non c’era alternativa: era necessario ridare liquidità al sistema delle imprese per beni e servizi forniti negli anni passati e non ancora pagati.>

La disputa, tutta politica e già incentrata sulla futura campagna elettorale, riguarda l’attribuzione di colpe tra i due poli. “Altro che conti in equilibrio e Regione virtuosa! Cota lascia un’eredità pesantissima a chi governerà il Piemonte” accusa il Pd, “Un elemento che sfugge al Pd è che il debito complessivo della Regione è la somma dei disavanzi maturati negli esercizi precedenti, quelli di Ghigo e Bresso. Prima di pontificare, insomma, bisognerebbe innanzitutto essere onesti intellettualmente” risponde l’assessore Pichetto che si dice fiducioso in un’approvazione rapida del bilancio previsionale 2014, ora in discussione in Consiglio.

Correlato:  UFO avvistato a Caselle e tre giorni dopo a Medellin

La Redazione di Mole24

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here