Home Spor-to Toro, più forte delle intemperie

Toro, più forte delle intemperie

10
SHARE
TORO PIU’ FORTE DELLE INTEMPERIE Sassuolo 0 Torino 2 serie A Tim 2013 2014
TORO PIU’ FORTE DELLE INTEMPERIE Sassuolo 0 Torino 2 serie A Tim 2013 2014

Il Toro ha lottato con vari agenti atmosferici sotto la guida di Ventura: la grandine contro la Reggina, la neve contro Vicenza e Lazio e, ieri, il diluvio contro il Sassuolo. Diluvio che, a onor del vero, c’era già stato nelle fasi finali del match di andata. Ogni volta i granata, come esaltati dal tempo avverso, ne sono usciti alla grande.

Più forte delle intemperie, questo Toro. Più forte di questo Sassuolo, che non è riuscito a ripetere la vittoria in rimonta contro il Milan, sia per la diversa caratura della difesa granata, sia perché non è riuscito a interpretare al meglio la gara su un terreno reso infame dalla pioggia. Il Torino, dal canto suo, ha capito l’antifona e ha messo subito da parte il fraseggio che lo contraddistingue, brandendo la clava e cercando ossessivamente, ma con successo, la profondità.

TORO PIU’ FORTE DELLE INTEMPERIE Sassuolo 0 Torino 2 serie A Tim 2013 2014
TORO PIU’ FORTE DELLE INTEMPERIE Sassuolo 0 Torino 2 serie A Tim 2013 2014

Al termine di un incontro in cui tutti hanno offerto una prova di rara compattezza, brilla il rientrante Immobile che si costruisce da solo il vantaggio (palla rubata a centrocampo e progressione di cinquanta metri), tenendo costantemente in apprensione la difesa neroverde e recuperando palloni a ripetizione al momento di soffrire. “Questa è la sua miglior partita da quando è al Toro” si dicono i tifosi, consapevoli che, la stessa frase, è stata già ripetuta una o due domeniche prima, segno della continua crescita del numero nove.

Leggermente meno brillante, ma fondamentale anche Cerci, che confeziona l’azione del secondo gol con un imprendibile allungo su un campo pesantissimo, costringendo Pegolo alla respinta che diventa comodo assist per Brighi, autore, al rientro dal 1’, di una prestazione in crescendo. Non bisogna dimenticare nemmeno Vives, cervello e muscoli, e Basha, a suo agio a lottare fra le pozzanghere, né una difesa di granito, con Maksimovic su tutti e Masiello, anche lui tornato in campo dall’inizio dopo tempo, che per una volta non si merita alcun fischio.

TORO PIU’ FORTE DELLE INTEMPERIE Sassuolo 0 Torino 2 serie A Tim 2013 2014
TORO PIU’ FORTE DELLE INTEMPERIE Sassuolo 0 Torino 2 serie A Tim 2013 2014

Padelli è stato impegnato in interventi di ordinaria amministrazione, segno che Berardi (nervosetto e impalpabile, oggi) e compagni hanno raramente punto, nemmeno nei 20’ finali di forcing.

Forcing a cui nemmeno i tifosi di casa credevano, visto che, progressivamente, hanno lasciato lo stadio alla Maratona itinerante la quale, pazza di gioia, non sentiva più nemmeno la pioggia battente sulle curve scoperte del Mapei Stadium (a proposito, se si pensa di portare le cosiddette famiglie allo stadio, quello delle coperture delle curve potrebbe essere un discorso concreto e interessante, invece della solita retorica sulla violenza), col cuore traboccante di Toro, di un Toro che si trova a -3 dalla zona Europa e a +12 su quella calda, ma, al di là di punti e calcoli, è sempre più squadra con la “S” maiuscola, con il sole o con la pioggia, con il vento o con la neve.

Il Toro c’è e deve continuare a esserci, da qui alla fine del girone di ritorno.

Francesco Bugnone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here