Home Cronaca di Torino Fulvio Cugno, un imprenditore torinese sfida Flavio Briatore a The Apprentice

Fulvio Cugno, un imprenditore torinese sfida Flavio Briatore a The Apprentice

6
SHARE

Parte questa sera – e la prima novità e il cambio di rete, da Cielo a SkyUno – la seconda edizione di “The Apprentice”, il programma dove aspiranti uomini d’affari devono superare una serie di prove manageriali  per poter ambire alla possibilità di lavorare sotto le dipendenze del “boss” Flavio Briatore per almeno un anno, con uno stipendio a sei cifre.

Quest’anno tra i quattordici candidati (così si chiamano i partecipanti al programma) c’è anche un torinese: Fulvio Cugno, 31 anni appena compiuti (il 15 gennaio). Al suo attivo ha  una laurea specialistica in Economia e Direzione delle Imprese all’Università degli Studi di Torino, conseguita dopo varie esperienze di studio all’estero. Nel 2011 decide di avviare la sua prima start up, oluck.it, un sito web che si presenta come un’evoluzione del concetto di pubblicità interattiva.

1512442_10152152690049594_1628139210_n

Mole24 lo ha intervistato:

“La mia idea per questa start up è molto semplice e innovativa. La pubblicità viene intesa non più come ‘push’ (ossia i messaggi pubblicitari dai quali veniamo invasi ogni giorno), bensì è l’utente a muoversi verso il messaggio che più gli interessa. La seconda innovazione di questo sito (www.oluck.it) prevede l’interazione con la pubblicità, per cui l’utente, giocando con la pubblicità, impara delle cose che l’advertiser gli vuole comunicare. Si tratta in pratica di un concorso a premi completamente gratuito, rivolto agli utenti. Noi mettiamo in palio premi quali buoni spesa, viaggi, ecc… L’utente sceglie quello che più gli interessa. Abbinate ai vari premi ci sono le varie pubblicità, a seconda del settore d’interesse. Attraverso un semplice quiz, ha già scelto il suo premio, quindi per vincerlo è portato non solo a entrare nel meccanismo della pubblicità, ma attraverso tutta una serie di partnership del sito con marchi prestigiosi, acquisterà anche i vari prodotti. Insomma, una vera rivoluzione nel campo dell’e-commerce”.

Correlato:  Papa Francesco a Torino? Non prima del 2015

 Cambia l’approccio al messaggio pubblicitario e, di conseguenza, cambia il concetto di consumatore?
“Il consumatore va verso la pubblicità, è lui a cercarla, perché sa che può vincere dei premi. Lo si educa a divertirsi con la pubblicità, senza considerarla noiosa e scontata”.

 E con queste credenziali ti sei presentato alle selezioni di “The Apprentice”. Che cosa ti ha guidato in questa scelta?
“Io ho un unico obiettivo. Non mi interessa la visibilità personale che un programma televisivo può dare, a me interessa far affermare la mia start up, quindi la mia partecipazione al programma avviene in funzione di una maggiore visibilità per il sito. E poi considera che all’estero “The Apprentice” viene realizzato esclusivamente con candidati ‘startupper”.

 Veniamo così a scoprire che, tra le varie prove da affrontare, i candidati dovranno vedersela con la vendita di panini al GP di Monza e addirittura disegnare i vestitini delle Winx.

 Tutto questo, in dieci puntate, ogni venerdì, sotto l’occhio vigile e severo del boss Flavio Briatore che, dal canto suo, “ha sempre ragione. Anche quando ha torto”.

r.mazzone@mole24.it

Commenti

SHARE
Previous articleClan dei catanesi, la Mafia in Piemonte – Parte 2
Next articleMark Lenders, il giapponese più famoso della Juventus
Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, conseguito nel 2012. Giornalista pubblicista, grande appassionato di teatro, inizia a frequentarlo come spettatore, e dal 2003 in qualità di operatore dell’informazione e critico teatrale, collaborando con numerose testate e webzine di settore, specializzandosi soprattutto nel teatro musicale. Giornalista pubblicista, è inoltre membro dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro e fa parte della giuria di PrIMO, il Premio italiano per il musical originale, ideato da Franco Travaglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here