Home Enogastronomia Aperitivo, una tradizione con origini torinesi

Aperitivo, una tradizione con origini torinesi

30
SHARE
Torino, la città dell'aperitivo
Torino, la città dell'aperitivo

Torino viene spesso definita come “Città dell’ aperitivo ”, però non tutti conoscono le origini di questa consuetudine.

Di fatto l’invenzione dell’ aperitivo, che si è poi evoluto in quello che conosciamo noi oggi, risale per la prAecisione al 1786.

Fu proprio in una bottega di Piazza Castello dove il signor Benedetto Antonio Carpano mise a punto la ricetta per un vino aromatizzato addizionato ad erbe e spezie chiamato Vermouth.

Si tratta di una miscela di vini bianchi secchi, zucchero, alcol e infuso di erbe e spezie aromatiche.

L’erba principalmente impiegata è l’assenzio da cui appunto deriva il nome Vermouth, in tedesco Wermuth.

Questa bevanda riscosse subito un grande successo e presso la bottega di piazza Castello si diffuse la tendenza di sorseggiarla in compagnia prima dei pasti.

Poco per volta Torino e il Piemonte divennero il centro una fortunata serie di vermuttieri, quali Cinzano, Martini & Rossi, Gancia, Anselmo ecc..

L'aperitivo è nato a Torino.

Dalla bottega di piazza Castello si diffuse un vero e proprio rito che venne esportato anche nel resto dell’Italia e nel mondo, dove viene percepito come sinonimo di “italianità” e “buon vivere”.

Nel corso del tempo locali e bar oltre al Vermouth hanno iniziato a proporre anche altre bevande sia alcoliche che analcoliche, inventando cocktail, offrendo vini che si prestassero ad aprire il pasto.

Ricordiamo inoltre che l’aperitivo viene accompagnato da qualcosa da stuzzicare, fino a sfociare in una vera e propria cena chiamata per l’appunto “apericena” e che negli ultimi anni ha riscosso molto successo nei locali torinesi.

Negli ultimi anni l’aperitivo sta tornando alla sua forma originaria, in quanto dopo essere passato un po’ moda, il Vermouth viene riproposto e prodotto secondo metodi tradizionali e artigianali, per esempio in una bottega di San Salvario.

Correlato:  Stare leggeri, a partire dalla spesa

Di fatto quattro amici hanno di recente fondato nel noto quartiere, un locale adibito a laboratorio e alla mescita di Vermouth.

La ricetta utilizzata è quella dello storico marchio Anselmo, noto vemuttiere torinese, da cui il locale prende il nome.

Clara Lanza

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here