Home Spor-to Giro d’Italia, il Piemonte è protagonista

Giro d’Italia, il Piemonte è protagonista

5
SHARE

Numeri da record per la 97/a edizione del Giro d’Italia. 21 tappe, 3 con partenza dall’estero, Belfast – Belfast – Armagh in Irlanda, (nel 2012 fu Danimarca, l’anno prima l’Olanda) e una con meta lo Zoncolan, monte famoso in tutta Europa per le sue pendenze che raggiungono anche soglia 22%.

Lo Zoncolan è stato inoltre teatro di uno degli ultimi assalti del “Pirata”, Marco Pantani, deceduto nel 2004 e che, proprio nel decennale della sua scomparsa, la corsa rosa ha scelto di omaggiare.

1555814_645960975460415_20708925_n

Grandi numeri anche per il Piemonte che ospitando 4 tappe regionali più 1 tappa extra-regionale, vede giocare il 25% circa della corsa alla Maglia Rosa tutto in casa propria.
Non ci sarà Torino quest’anno, ma gli appassionati di ciclismo sabaudi non dovranno fare troppa strada per andare a sostenere i propri beniamini. Basterà spostarsi nelle terre del vino buono, tra Barbaresco e Barolo o al santuario di Oropa.

1608618_645960888793757_659090033_n

Ecco, nel dettaglio, le strade piemontesi del Giro 2014:

  • Barbaresco – Barolo, tappa a cronometro individuale di 46 km che avrà luogo il 22 maggio.
  • Fossano – Rivarolo Canavese, tappa di 158 km con gradi di difficoltà minimi e strade pianeggianti. Si disputerà il 23 maggio.
  • Agliè – Oropa, alta montagna e 162 km da percorrere, un connubio unico che immortalerà la giornata del 24 maggio.
  • Valdengo – Plan di Montecampione, si partirà dalla provincia di Biella per arrivare alla provincia di Brescia attraversando l’Italia settentrionale per 217km. Il percorso è stato etichettato d’alta montagna per le notevoli pendenze nel tratto finale e sarà l’ultima tappa, datata 25 maggio 2014, prima dell’abbandono definitivo del Giro d’Italia dal Piemonte verso la Lombardia.

Damiano Grilli

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here