Home Enogastronomia Tramezzino: una golosa specialità tutta torinese

Tramezzino: una golosa specialità tutta torinese

1253
SHARE
Il Tramezzino: specialità tutta torinese
Il Tramezzino: specialità tutta torinese

Nel 1926, la signora Angela Demichelis Nebiolo, inventò il tramezzino “.

Angela Demichelis e il marito Onorino Nebiolo, due torinesi espatriati in America, nel 1925 rientrarono in patria e acquistarono dalla famiglia Mulassano quello che ancora oggi è, in piazza Castello, il locale “Storico” di Torino per eccellenza.Innovarono il menu, introducendo alcune news apprese negli States: il toast, perchè avevano portato con loro una macchina per tostare il pane, e un particolare panino, fatto con lo stesso pane del toast ma non passato nella macchina. Una specie di sandwich, che fu ribattezzato ” Tramezzino “, a quanto pare, nientemeno che da Gabriele D’Annunzio.

Attenzione, però: sandwich e tramezzino sono molto differenti, partendo dal pane, che per la specialità sabauda è, appunto, quello solitamente usato nei toast, cioè il pan carrè.

Da allora questo particolare panino si è evoluto al punto tale da invadere i bar non solo di Torino, ma praticamente di tutta Italia: che poi lo si chiami “tramezzino” ovunque è una delicatezza linguistica (avete mai provato a chiedere, per esempio, un “Marocchino” fuori dai confini cittadini?), ma lo trovate ovunque.

Il Tramezzino: specialità tutta torinese
L’interno di Mulassano

E Mulassano continua a portare avanti con orgoglio la sua tradizione, nei 31 metri quadrati di storia, specchi e armadi in piazza Castello: il locale, inizialmente in via Nizza e da inizio secolo scorso nella sua attuale location, sfoggia almeno una trentina di varietà di tramezzini, di dimensione standard di “5×7 centimetri.”

Formaggio, verdure, gamberetti, sedano, prosciutto crudo: con ingredienti semplici le combinazioni che si possono inventare sono sorprendenti.

Un’ultima notazione storica: il sandwitch, panino dal quale il tramezzino deriva, non è nato in America ma in Inghilterra: John Montague, conte di Sandwich, era un appassionato di gioco d’azzardo e quando era impegnato a giocare non perdeva tempo per il pranzo, facendosi portare al tavolo un panino con l’arrosto.  Da allora la moda si diffuse fra gli altri giocatori, che volevano mangiare “the same as Sandwich”.

Il resto è storia.

Correlato:  Altro che Milano, Madonna in visita al Museo egizio

 

Andrea Besenzoni

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here