Home Ambiente E se la ferrovia diventasse una pista ciclabile?

E se la ferrovia diventasse una pista ciclabile?

10
SHARE

Non è un sogno, e nemmeno un’opera architettonica irrealizzabile.

Senza andare troppo lontano, ce lo insegna il Ponente Ligure, e più precisamente il tratto sanremese del Ponente, attraversato da una lunga strada per bici e pedoni, che segue la linea di dove un tempo c’era la ferrovia.

Lo stesso potrebbe accadere in Piemonte, e a Torino.

Anzi, accadrà: lo scorso agosto il consiglio regionale del Piemonte ha approvatoun emendamento collegato alla manovra finanziaria 2013, dedicato al recupero delle reti ferroviarie dismesse da almeno dieci anni.

Questo recupero passa attraverso la trasformazione in piste ciclabili, collegate agli itinerari storico-culturali del territorio.


ferrovia

”Sono contento e ringrazio il consiglio regionale, in particolare il Pd e il suo capogruppo Reschigna che e’ stato il primo firmatario dell’emendamento – dichiarava all’epoca all’agenzia Asca l’assessore all’istruzione, turismo e sport del Piemonte, Alberto Cirio – Stiamo lavorando a un progetto sperimentale di questo tipo gia’ da diversi mesi, discutendone anche con Rfi per ottenere il comodato d’uso gratuito delle tratte ferroviarie dismesse”.

Il Piemonte e Torino potrebbero quindi godere di una rete di ciclabile, realizzabile facilmente con una pannellatura di gomma posata a incastro sulle rotaie, a creare una pista percorribile in entrambi i sensi di marcia.

Niente cemento, gomma e reversibilità, casomai fosse necessario.

Un progetto realizzabile anche in tempi brevi, anche se per ora di date non se ne conosce alcuna.

E di certo le ultime vicende politiche in Giunta non aiutano una concreta calendarizzazione dell’iniziativa.

 

Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here