Home Enogastronomia Le cantine del Piemonte si aprono al pubblico

Le cantine del Piemonte si aprono al pubblico

7
SHARE
Le cantine del Piemonte si aprono al pubblico
Le cantine del Piemonte si aprono al pubblico

La moda proviene dagli Stati Uniti, per la precisione dalla Napa Valley in California, quando qualche decennio fa le grandi “winery” (aziende vitivinicole) iniziarono ad aprire le proprie cantine al pubblico, ai visitatori e agli appassionati del vino.

Si tratta di vere e proprie strutture dedicate all’accoglienza , dove è possibile degustare e acquistare vini, visitare musei e mostre, effettuare visite guidate in cantina e nei vigneti circostanti.

Questo modello poco per volta è stato imitato anche in Piemonte e alcune aziende vitivinicole hanno iniziato ad aprirsi proponendo visite, degustazioni e creando vere e proprie strutture adibite all’accoglienza del pubblico.

Il loro credo è quello, in primis, incentivare il turismo enogastronomico e fare conoscere i propri prodotti, diffondere la cultura del vino, la propria tradizione aziendale e spesso anche quella famigliare.

Sono diverse le aziende in Piemonte che oltre a promuovere i propri prodotti in Italia e all’estero, cercano di attirare clienti attraverso questa proposta. Utile come punto d’incontro fra aziende del settore ed enoturisti è sicuramente “Piemonte on wine” (www.piemonteonwine.it).

Le cantine del Piemonte si aprono al pubblico

Si tratta di un servizio nato nel 2008 per volontà delle isituzioni del settore turistico e vitivinicolo di Langhe e Roero, con il contributo della Regione Piemonte.

Il loro servizio consiste nel prenotare visite e degustazioni nelle cantine di Langhe, Roero, Astigiano e Alessandrino, indicare i punti di vendita e degustazione dei vini, informare su eventi e costituire occasioni d’incontro tra gli enoturisti, le aziende e le istituzioni del vino, quali enoteche regionali, Botteghe del Vino e Cantine Comunali.

Inoltre, se cercate il mix perfetto per una gita fuori porta, ricordiamo che spesso i territori fortemente vocatialla viticoltura, oltre ad essere luoghi di grande interesse paessaggistico, offrono anche un’ottima cucina sia tradizionale che più ricercata.

Luoghi come Langhe, Monferrato, Astigiano, Roero e Alessandrino sono costellate da ristoranti, trattorie, osterie e agriturismi che propongono sapori tradizionali e genuini, e sono anche il baluardo di chef stellati che rielabono e reinventano in maniera originale e innovativa gli ingredienti del proprio territorio.

Nei prossimi mesi, dopo questa nota introduttiva, parleremo delle aziende vitivinicole e cantine che si sono aperte al pubblico.

Clara Lanza

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here