Home Teatro Scooby-Doo a teatro resta (parzialmente) un mistero

Scooby-Doo a teatro resta (parzialmente) un mistero

SHARE
Scooby-Doo a teatro resta (parzialmente) un mistero Torino
Scooby-Doo a teatro resta (parzialmente) un mistero Torino
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino, insieme con la Befana, si è portato via tutte le Feste. Sto parlando dello spettacolo “Scooby-Doo e il mistero della Piramide”, in scena al Teatro Colosseo di Torino nei pomeriggi di sabato 4, domenica 5 e lunedì 6 gennaio.

Lo spettacolo, prodotto tra gli altri dalla Warner Bros, e presentato in Italia da Applauso Spettacoli, riporta in scena tutti i personaggi della fortunata serie a cartoni animati: Shaggy, Velma, Dafne, Fred e naturalmente il simpatico cagnolone Scooby-Doo.

La “Misteri & Affini” questa volta è impegnata nel risolvere il neanche tanto complicato enigma che porterà alla scoperta di un favoloso tesoro all’interno di un’antica piramide egizia.

Scooby-Doo a teatro resta (parzialmente) un mistero Torino
Scooby-Doo a teatro resta (parzialmente) un mistero Torino

Il regista Fabio Galli dirige al meglio una di preparatissimi performer, al servizio di una drammaturgia in realtà poco elaborata (ma almeno questa è stata una delle rare occasioni in cui ci si trova davanti a proiezioni video degne di questo nome!, n.d.r.).

Rimane qualche perplessità nel prendere atto che questo spettacolo sia stato chiamato musical, perché del musical qui possiamo senza ombra di dubbio riconoscere l’impegno dei performer, ma alcuni quadri – e soprattutto i testi delle canzoni – allontanano di parecchio lo spettacolo da questo genere, bensì lo avvicinano di più al family show, che di questi tempi va sempre di moda…

Correlato:  La grande scatola dei sogni di Torino Spettacoli

Un’ottima cosa, infatti, risulta l’interazione dei personaggi di Scooby e Shaggy con il pubblico di bambini presenti in sala, attraverso l’apprezzabile escamotage di un paio di occhiali “a modulazione di frequenza”!
Meritano di essere menzionati tutti i protagonisti, a partire da quello che il pubblico non ha visto in faccia, ma ha sentito parlare attraverso le sembianze di Scooby-Doo, Sergio Maniscalco: con lui in scena ci sono Emmanuele Perrucci (Shaggy), Angela Pascucci (Velma), Francesco Dall’Aglio (Fred), Alice Valentini (Daphne), Valerio Ameli (Otto), Federica Basso (Mira), Carlo Alberto Montori (Ben Seif).

r.mazzone@mole24.it

                                           



Commenti

SHARE