Home Spor-to Cus Torino: riposano i grandi, vincono i cadetti

Cus Torino: riposano i grandi, vincono i cadetti

2
SHARE
Cus Torino: riposano i grandi, vincono i cadetti
Cus Torino: riposano i grandi, vincono i cadetti
Tempo di lettura: 3 minuti

Ancora un successo per la cadetta del CUS Ad Maiora Rugby 1951, che nel girone 2 della serie C Piemonte batte all’Albonico per 10-7 l’Ivrea.

Nicola Catalfamo e Nicola Compagnone mandano in campo Amadini estremo, Lissandro (24 st Valenti) e Kuli (1′ st Vergnano) ali, Michele Listone (24’st Vincenzo Listone) e Falcetto centri, Bianco apertura, Oddone mediano di mischia, Sebastiano Lo Greco, Amadio e Maso terze linee, Marchisio e Spinelli (17′ st Polla) seconde linee, Nicita e Garbet piloni e Dell’Anna tallonatore. A disposizione Trogolo Got, Mamdouh e Fantin.

Gli ospiti, allenati da Giulio Mingione, oppongono Rosso estremo, Romano (11′ st Candellieri) e Campo alle ali, Tola e Sanfilippo ai centri, Valsecchi e Ghitalla in mediana, Redolfi (28′ st Paolo Benzi), Strumia e Guelpa in terza linea, Bertoldo e Pizzanelli in seconda, Pierobon e De Lise piloni e Zilioli tallonatore. In panchina Valenzuela, Bonafide, Gianola, Davide Benzi e Valenti.

S’inizia con un minuto di raccoglimento per ricordare Massimo Spagnoli, mancato prematuramente in settimana per un infarto. I padroni di casa giocano con il lutto al braccio.

palla-rugby

Gli eporediesi partono in avanti e al 1′ sugli sviluppi di una touche giocano una veloce azione alla mano sulla destra con Valsecchi, Ghitalla, Tola e Sanfilippo. Il CUS la blocca e quando si sviluppa sulla fascia opposta è Garbet a spingere fuori Romano. I biancoblù al 4′ hanno a disposizione una touche sui 22 metri avversari, ma non la sfruttano. Le due squadre sono più brave a fronteggiarsi in mischia chiusa che a proporre qualcosa d’interessante al largo e le occasioni da meta latitano.

Correlato:  Toro: niente reazione a Roma

Ci si deve così affidare ai calci e al 17′ Bianco fallisce il piazzato del possibile vantaggio. Tre minuti dopo Nicita viene ammonito e Mamdouh lo sostituisce in prima linea, entrando al posto di Amadio. L’Ivrea approfitta della superiorità numerica e preme. Da una mischia all’altezza dei 5 metri esce palla per Strumia, che serve Romano. Oddone all’ultimo respiro sospinge l’ala sulla bandierina e impedisce la realizzazione. Al 40′ tocca ai verdeblù rimanere in 14, per il cartellino giallo a De Lise. Questa volta sono i Nicos’ Boys a spingere, ma un paio di mischie a favore ai 22 non sortiscono effetto. Sulla seconda, quasi allo scadere, il raggruppamento gira e l’Ivrea ne conquista l’introduzione. Riesce anche a vincerla, ma il direttore di gara rileva un fallo e Bianco dalla piazzola rompe l’equilibrio (3-0).

Il bel gioco è merce rara anche nel secondo tempo. Una punizione di Valsecchi al 13′ manca il pareggio. Al 19′ Amadini viene ammonito e i cussini tornano a soffrire. Valsecchi al 26′ non inquadra nuovamente i pali su punizione. Corre il 29′ quando Lo Greco calcia l’ovale e lo segue fino a schiacciarlo in meta. L’arbitro non convalida sanzionando un “in avanti” inesistente. Lo Greco sembra il più convinto dei Bulls e al 31′ un’avanzata costringe i rivali agli straordinari per stopparlo. Il festival dei cartellini gialli al 32′ coinvolge anche Guelpa e il CUS è lesto a sfruttare l’occasione. Calcio in touche e, su rimessa dalla linea laterale di capitan Dell’Anna, Amadio arpiona la palla e innesca la touche, che sfonda e manda in meta Lo Greco. Bianco trasforma ed è 10-0.

Correlato:  Mercato Juve: la lista dei partenti

La partita dei locali, in chiaro vantaggio e in 15 contro 14, sembra in discesa, ma mai fidarsi delle apparenze. L’Ivrea ci crede e, nonostante l’ennesimo errore di Valsecchi dalla piazzola al 38′, insiste. La difesa cussina invece sonnecchia e al 39′ De Lise non crede ai suoi occhi quando si trova da solo con un corridoio spalancato verso la meta. Solo una ricorsa alla disperata di Amadini evita la segnatura, che arriva però al 41′ grazie a Candellieri, abile a schiacciare dopo essere stato placcato. Finalmente Valsecchi manda un calcio a destinazione e fissa il 10-7 conclusivo. L’Ivrea porta a casa un punto, ma vede avvicinarsi gli universitari, che con i quattro conquistati si issano a tre lunghezze dal secondo posto. Nello stesso campionato l’Amatori cede a La Drola. Nella Casa Circondariale Lorusso e Cutugno finisce 47-12 per i detenuti, che chiudono il primo tempo sul 21-7 e ampliano il vantaggio nella ripresa.

(Fonte e cronaca: Cus Torino Ad Maiora Rugby)

 

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino                    download

 



Commenti

SHARE