Home Cronaca di Torino Cina, “World Architecture” dedica un numero monografico a Torino

Cina, “World Architecture” dedica un numero monografico a Torino

12
SHARE
Cina,
Cina, "World Architecture" dedica un numero monografico a Torino

Continua lo “sbarco” di Torino sui media stranieri. Dopo il sito internazionale Slow Italy (ne parlammo qui) ora è la rivista cinese World Architecture a dedicare nientemeno che un numero monografico alla città della Mole.

L’iniziativa è stata presentata la settimana scorsa, e inevitabilmente ha fatto gonfiare il petto a più d’uno dalle parti di Palazzo Civico e non solo.  La rivista è specializzata in architettura, ed è considerata in Oriente una delle più influenti. Sponsorizzata dalla TsingHua University, fu fondata nell’ottobre del 1980. E’ letta sia in Cina che all’estero ed è scritta in Inglese e in Cinese. Per quale motivo è stata Torino al centro del numero monografico (segnatevi i dettagli: si tratta del numero 5/2013)?

Nello specifico il giornale affronta il tema delle città sostenibili, le “Sustainable strategies, un tema sviluppato dal Politecnico per conto del professor Michele Bonino.

“Un insegnamento (ha scritto nel suo saggio introduttivo il direttore della rivista Zhang Li per spiegare le ragioni della scelta di Torino) che le città cinesi possono trarre è chiaro: la sostenibilità di una città non riguarda solo il progresso tecnologico del suo hardware, ma prima di tutto ha a che vedere con la vita urbana, che lega la dimensione fisica della città con chi la abita”.

Va detto, e non è poco, che Torino è la prima città europea cui la rivista cinese dedica un numero monografico.

La Biennale Urbanistica di Shenzen
La Biennale Urbanistica di Shenzen

Lo scorso 3 dicembre se ne è parlato in una conferenza stampa in Comune, durante la quale è stata anche presentata la mostra Watersheds, nata dalla collaborazione tra il Politecnico di Torino e la South China University of Technology, la Chinese University of Hong Kong e IUAV Venezia. La mostra è stata inaugurata pochi giorni dopo, il 7 dicembre, alla Biennale di Architettura e Urbanistica di Shenzhen: si possono osservare quattro esempi di rigenerazione urbana, uno dei quali è proprio Torino.

Andrea Besenzoni

 

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino                    download

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here