Home Cronaca di Torino Servizio Civile, in 1800 per 500 posti

Servizio Civile, in 1800 per 500 posti

0
SHARE
Servizio Civile, in 1800 per 500 posti
Servizio Civile, in 1800 per 500 posti

Il 4 novembre scorso è scaduto il termine di presentazione delle candidature per il Servizio Civile Nazionale in Piemonte e non sono mancate le sorprese. Sono pervenute ben 1850 domande, un dato davvero significativo a fronte di una disponibilità di 499 posti complessivi. Per il 2013 la città di Torino ha presentato, attraverso gli enti locali e le organizzazioni no profit aderenti al protocollo di intesa, 27 progetti per un totale di 139 posizioni: 57 di queste sono all’interno di Sevizi della Città, come Biblioteche, Centri di Informazione e Servizi Sociali. Sono passati quasi dieci anni dall’abolizione del Servizio Militare di Leva obbligatorio.

Schermata 11-2456624 alle 10.33.03

La legge del 23 agosto 2004 n. 226 ha stabilito la sospensione dell’obbligo di leva a partire dal 1 gennaio 2005 disponendo comunque la chiamata al servizio, fino al 31 dicembre 2004 per tutti i nati entro il 1985, di fatto l’ultima annata chiamata alle armi. Molti non se ne ricorderanno, ma c’è stato un tempo in cui essere obiettore di coscienza era una scelta estremamente difficile ed osteggiata, dallo Stato e dal sentire comune. Diversi anni dopo, attraverso progressive e faticose conquiste, il Servizio Civile divenne l’alternativa alla naja per chi non aveva intenzione di servire la propria patria a passo di marcia e impugnando un’arma o per chi, a detta dei più maligni, voleva semplicemente “imboscarsi”.

Schermata 11-2456624 alle 10.35.10

Oggi il Servizio Civile Nazionale ha decisamente cambiato volto e rappresenta un’opportunità per giovani dai 18 ai 28 anni di “dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno“. Così lo definisce l’Ufficio per il SCN sul sito www.serviziocivile.gov.it. La durata è di 12 mesi, per un monte ore settimanale che non può superare le 36 ore. Il volontario percepisce un trattamento economico di 433 euro mensili e può usufruire di 20 giorni di permesso, 15 giorni di malattia rimborsati e 15 senza rimborso. Un’opportunità in più in un momento di grave crisi come questo, soprattutto per i più giovani. Quello del 2013 è veramente un risultato notevole per il Piemonte e per Torino, soprattutto alla luce dei continui tagli e “spending review, che minacciano continuamente l’esistenza del Servizio Civile. Nel 2012 infatti, a causa della mancanza di fondi furono annullati e rinviati tutti bandi di concorso a livello nazionale. Tutte le informazioni per la nostra città si possono trovare all’indirizzo www.comune.torino.it/infogio/sercivol/.

 

Edoardo Ghiglieno

 

SEGUICI ANCHE SU:

 

logo fb mole                       twitter mole24torino                    download

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here