Home Cinema Il Torino Film Festival rende omaggio a James Gandolfini

Il Torino Film Festival rende omaggio a James Gandolfini

SHARE
Il Torino Film Festival rende omaggio a James Gandolfini
Il Torino Film Festival rende omaggio a James Gandolfini
Tempo di lettura: 2 minuti

Si è aperta la trentunesima edizione del Torino Film Festival, la prima sotto la direzione artistica di Paolo Virzì. Lasciate da parte le battute della madrina, Luciana Littizzetto, e gli applausi per l’ospite d’onore, la star americana Elliot Gould, a Torino per presentare i film della retrospettiva New Hollywood, il Festival rende omaggio a James Gandolfini, l’attore americano protagonista della serie tv I Soprano, stroncato a Roma da un infarto il 19 giugno scorso; all’interno della sezione “Festa Mobile” viene infatti presentata la sua ultima interpretazione.

La pellicola si intitola Enough Said ed è firmata dalla regista americana Nicole Holofcener.

Qui l’attore, smessi i panni del mafioso Tony Soprano, è Albert, un uomo gentile e corpulento, divorziato con una figlia, che entra nella vita di Eva (Julia Lous-Dreyfus), massaggiatrice divorziata e con una figlia. Ma che succede se la donna improvvisamente si ritrova ad avere come cliente fissa (e poi come confidente) Marianne (Catherine Keener), ex moglie di Albert. La situazione le sfugge inevitabilmente di mano, Eva non sa se dare credito agli sfoghi della nuova amica oppure proseguire una relazione che sembra perfetta.

Il Torino Film Festival rende omaggio a James Gandolfini

Una commedia romantica e garbata che, personalmente, mi ha fatto ripensare a Prime, pellicola del 2005 di Ben Younger, dove in una situazione abbastanza simile si ritrovano coinvolte Meryl Streep e Uma Thurman.

Correlato:  Ciclofilm: Torino come non l'avete mai vista e sentita

ne abbastanza simile si ritrovano coinvolte Meryl Streep e Uma Thurman.

In questo caso, però, sceneggiatura e recitazione risultano, per buona parte del film, troppo scontate e nemmeno la presenza di brave attrici come Toni Collette e Catherine Keener riescono a rendere certi passaggi del film meno “zuccherosi”, nonostante la serietà della tematica affrontata.

Su tutto il cast si impone, dunque, Gandolfini nella sua ultima prova d’attore, che sicuramente il pubblico ricorderà con molta tenerezza.

r.mazzone@mole24.it

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino                    download



Commenti

SHARE