Home Arte Lo spirito del Giappone al MAO

Lo spirito del Giappone al MAO

20
SHARE
Lo spirito del Giappone al MAO
Lo spirito del Giappone al MAO

Dopo la scorpacciata di giovani (o meno) e promettenti (o meno) artisti fatta nell’ultimo periodo, tra fiere ridondanti di pittura neogotica e similpop ed installazioni sopra le righe, è ora di rimettersi a stecchetto e di offrire un po’ di meritato riposo agli occhi ed alla mente.

1378157_10151766678953095_630337700_n

È per questo che il medico deputato alla cura dell’anima consiglia vivamente una buona dose di spiritualità, che si può trovare in abbondanza in via San Domenico 11 tra le mura del MAO, Museo d’Arte Orientale.

In questo caso il rimedio al quale occorre sottoporsi per dimenticare i mal di testa provocati dagli eccessi di concettualismo di parte dell’arte attuale non è dato dalla pur magnifica collezione permanente del museo, disposta su cinque piani, ma da una piccola mostra temporanea, Spirito del Giappone. Fotografie di Suzanne Held.

1450843_10151808034283095_127525224_n

Protagoniste dell’esposizione sono 40 fotografie scattate dalla francese Suzanne Held, che dagli anni Sessanta gira in lungo e in largo il globo creando affascinanti reportages regolarmente presentati  su riviste quali VSD, Grand reportage, Le Figaro, Connaissance des Arts.

Le fotografie sono di medio e grande formato, a colori, e mirano a restituire allo spettatore l’emozione dalla fotografa provata dinnanzi alla bellezza del Giappone tradizionale: quello, per intenderci, non ancora intaccato dalla tecnologia dilagante nella terra del Sol Levante.

In questi scatti non c’è traccia di modernità, della frenesia tipica della società moderna. Non c’è traccia di grattacieli e di cemento. Al contrario, in essi risiede l’anima dell’altra faccia del Giappone: quello tradizionale, spirituale e per il quale la natura è elemento fondamentale, una divinità da rispettare e venerare, con la quale convivere in pace e dialogare.

suzanne_held_1

La religione, che sia buddhismo o shintoismo, è il tema principale delle fotografie in mostra, il fil rouge che le lega. Che l’attenzione sia rivolta al paesaggio naturale, alla figura umana o ai prodotti creati da quest’ultima, un senso di divino permea comunque questi istanti di vita, colti e resi eterni dalla bravura della fotografa. Anche in termini letterali, i luoghi deputati per gli scatti sono quasi sempre templi buddhisti o shintoisti.

I paesaggi autunnali colgono la ricchezza e la bellezza della natura che vive nei giardini dei templi, con una tavolozza che vede come colore predominante il verde della vegetazione, sulla quale svettano il rosso ed il giallo delle foglie degli aceri. L’eleganza di questi ultimi si rivela nelle ramificazioni dalle quali si possono scorgere, in secondo piano, le architetture dei templi, in perfetta sintonia con la natura circostante.

suzanne-held-giappone-al-mao

In altri scatti è protagonista la figura umana: nella serie dedicata ai templi shintoisti, nei quali la figura umana è armonicamente legata all’architettura ed alla natura ed in quella che immortala geishe viste di spalle o nell’atto di eseguire la cerimonia del tè. Gli sguardi, le pose, tutto è permeato da una naturalezza che sa di quotidianità ma, allo stesso tempo, di solennità.

Infine, come a chiusura di un ciclo che parte dal paesaggio e passa attraverso l’architettura e la figura umana, si arriva al sacro attraverso le fotografie che immortalano dettagli di statue di divinità. Ci sono, tra le altre,le mani di un Buddha e ci sono, imponenti, i 1000 bodhisattva del tempio buddista Rengeo-in.

1382888_10151778923483095_54564973_n

Se poi, concluso il percorso espositivo, lo spirito del Giappone scorre ancora nelle vostre vene, il consiglio è quello di salire al primo ed al secondo piano per proseguire nella cura dello stress e delle preoccupazioni con la visita alle sale della collezione permanente dedicate all’arte giapponese: soddisfazione garantita!

Suzanne Held. Lo spirito del Giappone

29 ottobre 2013 – 12 gennaio 2014

MAO Museo di Arte Orientale

Via San Domenico 11 – Torino

 Emanuele Bussolino

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino                    download

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here