Home Spor-to Cus Torino, espugnata Genova!

Cus Torino, espugnata Genova!

1
SHARE
Cus Torino, espugnata Genova
Cus Torino, espugnata Genova

Secondo successo consecutivo per il Cus Torino, che espugna il campo del CUS Genova nel derby universitario per 29-15, sospinto da una mischia inarrestabile.

I ragazzi di coach Regan Sue incamerano cinque punti preziosissimi e sfatano la legge del Carlini, interrompendo a quota 31 i risultati utili consecutivi ottenuti dai padroni di casa.
I locali si portano in vantaggio al 5′ con un piazzato di Pescetto (3-0), ma poi sono i biancoblù a venire fuori. All’8′ Bestetti parte da metà campo, punta i centri avversari e s’infila.

Avanza per 20 metri e libera Monfrino, che conclude in meta. Lo stesso Bestetti trasforma per il 3-7. Al 12′ da una sua punizione che colpisce il palo e torna sul terreno di gioco nasce la seconda meta. Carlalberto Lo Greco è il più lesto a proiettarsi sulla palla e a conquistarla, per poi metterla a disposizione. L’apertura su Monfrino pone l’estremo nelle condizioni di andare a segno. Bestetti trasforma ed è 3- 14.

Luca Bestetti (repertorio,contro il Capoterra)

I genovesi reagiscono e con due iniziative di Barani al 25′ e al 31′ (una delle quali trasformata da Pescetto) operano il sorpasso (15-14). Il Cus Torino torna avanti e il suo forcing mette in difficoltà la difesa ligure. Al 37′ la mischia avanza e a concretizzare il lavoro è Ursache, che schiaccia il 15-19 al riposo. La ripresa vede ancora in attacco i torinesi, che chiudono i rivali nei loro 22 metri. Una maul viene fermata quando sta per varcare la linea. Si riparte e al 13′ Tinebra serve Carlalberto Lo Greco, che corre a realizzare, prima della trasformazione di Bestetti (15-26). Nel finale anche Thomsen, rimasto fino a quel momento panchina con il labbro ricucito dopo la testata subita contro il Capoterra, fa la sua parte e garantisce tranquillità dietro con i suoi calci di spostamento. Ha anche un’opportunità dalla piazzola e al 34′ non la fallisce (15-29). Il terzo bonus stagionale regala una bella risalita in classifica, che vale il terzo posto, e la conferma che, dopo qualche incertezza, capitan Merlino e compagni sono pronti a giocarsela contro chiunque.

La Redazione Mole 24

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here