Home Cronaca di Torino Topolino (e i suoi amici) visitano la città della Mole

Topolino (e i suoi amici) visitano la città della Mole

16
SHARE
Quando Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole
Quando Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole

Di personaggi illustri che hanno solcato le vie di Torino ce ne sono molti, ma Topolino è Topolino.

È vero, qui non sono mancati ospiti del calibro di Friedrich Nietzsche, Torquato Tasso o Wolfgang Amadeus Mozart, ma un personaggio nettamente più celebre e popolare non ha potuto fare a meno di venire più volte ad ammirare il capoluogo sabaudo. Stiamo parlando del solo ed unico Topolino.

Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole
Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole

L’ultima comparsata del topo a Torino risale al 2011, in occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’unità nazionale, nella storia intitolata «Topolino e l’Italia ri-unita».

Nel numero della sua omonima testata del 23 febbraio, in compagnia dell’inseparabile Pippo, il personaggio Disney per eccellenza, grazie ad una macchina del tempo, ha potuto vedere e raccontare il capoluogo piemontese pre-unitario ed in questa avventura non sono mancati avventurosi incontri con guardie, gendarmi e donne misteriose.

Guidati da un testo di storia i due buffi eroi faranno ritorno in un presente alternativo, in cui l’Italia non è stata mai riunita. Toccherà proprio a Topolino tornare nuovamente indietro nel tempo e salvare la penisola partendo proprio dalla prima capitale d’Italia.

Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole
Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole

Come dicevamo le visite di Topolino sono state molteplici.

Una celebre storia del 1993, “Topolino e il furto archeologico”, racconta con toni quasi noir la sparizione di una misteriosa statuetta dal Museo Egizio e le indagini del topo detective per le strade della città, mentre qualche anno prima l’eroe Disney era già venuto a fare un po’ di sano e rilassato turismo, assieme al l’immancabile Pippo, comprensivo di tappe nei caffè storici.

 

Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole
Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole

Se è vero che il marchio Disney è passato all’ombra della mole, anche nelle vesti di Walt in carne ed ossa nel 1961, altri personaggi dei fumetti nostrani non sono stati da meno.

Il mitico e spietato Diabolik è stato protagonista di un breve albo in occasione della mostra “Effetto Noir”.

Il ladro di Clerville, in trasferta per un colpo nella zona del quadrilatero, ha seminato il panico con un colpo portato a termine sul campanile del Santuario della Consolata.

Un vero e proprio “ritorno alle origini”, dato che l’antieroe della Astorina comics prende il nome da un famoso fatto di cronaca nera torinese mai risolto. [di cui abbiamo parlato qui ]

Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole
Topolino (e i suoi amici) visitano la Mole

Martin Mystère, il detective dell’impossibile ha fatto tappa nel capoluogo subalpino ben due volte.

La prima volta risale al ’93 quando lo scopritore di leggende e misteri della Bonelli si è confrontato con gli enigmi della Torino sotterranea, arrivando addirittura a scoprire un tempio egizio al di sotto della chiesa della Gran Madre di Dio.

L’altra occasione si è avuta durante il centenario della morte di Emilio Salgari, quando Martin, in visita alla mostra sugli zombie, in quel periodo realmente al Museo del Cinema, viene in contatto con una misteriosa donna, in possesso di una strana collezione di reperti salgariani.

La storia, narrata sul 24° Almanacco del Mistero, volume annuale che gli appassionati non possono non conoscere, non lesina colpi di scena, inseguimenti, azione e, nemmeno a dirlo, una grande dose di mistero.

Dopo tutti questi eroi con le “nuvolette” passati a Torino non possiamo che chiederci chi sarà il prossimo.

Michele Albera

(Seguici anche su Facebook!)





 

 

 

 

http://www.mole24.it/2012/08/31/corso-casale-mompracem-la-rivincita-di-emilio-salgari/

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here