Home Cronaca di Torino Autovelox sul Po, per ora non si riparte

Autovelox sul Po, per ora non si riparte

2
SHARE
Autovelox sul Po, per ora non si riparte
Autovelox sul Po, per ora non si riparte

Ve ne sarete accorti, vero?

Nonostante il tratto di Corso Casale appena dopo piazza Sicilia (per capirci, il tratto che si percorre dopo avere superato il Po in “Zona Ospedali”) veda ogni giorno tutti, o quasi gli automobilisti rallentare, per timore delle cosiddette forche dell’autovelox, tali forche sono spente. Da due anni.

All’epoca fu una sentenza della Cassazione a mettere la parola fine su un macchinario che, nel giro di pochi mesi, aveva mietuto innumerevoli “vittime”, in termini di multe, ma anche, se vogliamo, risparmiato vittime nel vero senso della parola, cioè quelle di incidenti stradali dovuti all’eccessiva velocità.

9488288-1877--330x185

Già, perchè al contrario del mega autovelox di corso Regina Margherita, il cui limite, accettabilissimo, è di 70 chilometri all’ora, quello del Po staccava multe impietose a chiunque superasse i 50. E quindi, diciamo tutti. Da allora il passaparola fece si che le automobili, pian piano, rallentassero in maniera vistosa in quel tratto di strada, e curiosamente, nonostante il mancato funzionamento del dispositivo, succede ancora oggi. Frutto, probabilmente, della buona idea di lasciare posizionate telecamere, come dire “Magari non funzionano… ma se funzionassero?”

E a quanto pare non è alle viste una loro rimessa in funzione, almeno stando a quanto ha affermato in Comune l’assessore alla Viabilità Lubatti. Il tratto interessato non subirà variazioni di sorta, nè da un punto di vista di lavori (previsti in altre zone di corso Moncalieri) nè tantomeno se si parla di riaccendere i velox. E nemmeno di spostarli: i macchinari appartengono alla Regione, che si è già espressa in tal senso.

A.M.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here