Home Arte BOOM! METTI IN CRISI: basta solo dargli una possibilità.

BOOM! METTI IN CRISI: basta solo dargli una possibilità.

3
SHARE
BOOM! METTI IN CRISI: basta solo dargli una possibilità.
BOOM! METTI IN CRISI: basta solo dargli una possibilità.

È forse, tra le manifestazioni del fine settimana dell’arte contemporanea torinese, quello più off, più underground, quello più cool e anche quello più interessante: The Others

Ciò è dovuto, probabilmente, al fatto che si tratta della manifestazione collaterale ad Artissima più “giovane” – siamo solo alla terza edizione- ma è diventato già un appuntamento importante e particolarmente apprezzato.

The Other carceri le Nuove Torino

Come un cocktail ben riuscito – e la vicinanza non è casuale vista la possibilità di consumare cibi e drink all’interno della manifestazione – di novità, arte, ambientazione particolare e ricca di contrasti.

Un mix ben riuscito di arte e glamour, che vuole mettere al centro della ricerca giovani artisti – le gallerie selezionate devono essere nate dopo il 1 gennaio 2009 e, indipendentemente dalla data della propria apertura,centri no-profit, associazioni e fondazioni, collettivi di artisti o curatori, artist-run-spaces, progetti editoriali, premi d’arte, residenze per artisti, scuole e accademie d’arte, librerie che si occupano di arte – più di chiunque altra manifestazione.

Sta in The Others la vera novità, la vera sperimentazione di qualità, la vera ricerca. Non un nuovo Salon des Refusès, ma una vera e propria possibilità per i giovani artisti.

Un incubatore fruibile e accessibile, un osservatorio privilegiato della nuova creatività emergente.

Molto spesso, quando ci si avvicina al mondo giovanile, alle nuove ed emergenti creatività, si lascia da parte la ricerca scientifica e la qualità. Qui no, anzi si punta proprio su questo.

Il risultato è esaltante e molto lontano dall’ammasso di arte stile blockbuster a cui siamo ormai tristemente abituati, soprattutto in ambito contemporaneo.

Doveroso sottolineare la novità di quest’anno: BOOM! METTI IN CRISI. Una risposta alla crisi usando una parola –Boom appunto – che è il suo esatto contrario. Ogni allestitore darà un titolo alla sua esposizione, una parola chiave che contribuisce all’idea di cambiamento, una risposta alla crisi.

In fondo è questo che deve fare l’arte: opporre il bello, gli artisti, la creatività, le opere alla crisi.
LEI ha la straordinaria capacità di riflettere, sovvertire, proporre un pensiero e inventare il futuro.

Basta solo dargli una possibilità.

Giulia Copersito

SEGUICI ANCHE SU:

 logo fb mole                       twitter mole24torino

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here