Home Cronaca di Torino Help donna: le donne di Torino non sono più sole

Help donna: le donne di Torino non sono più sole

32
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Da molto tempo ormai in città è attivo Help Donna, un servizio di sicurezza destinato a tutte le donne maggiorenni residenti nella città di Torino.
Il servizio è nato nel 2010 in via sperimentale; tramite un modulo reperibile sul sito www.helpdonna.net si può registrare il proprio numero di telefono al servizio, che diviene attivo in pochi minuti. In seguito, premendo il solo tasto 5 si fa partire la richiesa di assistenza.

1398649_10202176846173468_1127208884_o

Help Donna, infatti, si collega ad un contact center attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, comprese le festività. Il centro di assistenza, ricevuta la chiamata, opera in due maniere distinte. Per prima cosa richiama l’utente, e a seconda dell’accaduto, può decidere anche di procedere alla chiamata dei servizi di sicurezza: polizia, pronto soccorso etc. Va ricordato, infatti, che Help Donna non sostituisce i tradizionali numeri di sicurezza, ma è solo una maniera per sentirsi meno sole e per essere aiutate più rapidamente nelle situazioni di pericolo: quando si torna a casa da sole molto tardi o quando comunque non ci si sente al sicuro.

1395268_10202176787371998_2032672495_n

Inoltre, durante la registrazione ad Help Donna è possibile anche fornire da uno a tre contatti telefonici di persone fidate, come genitori o mariti. Dopo aver richiamato l’utente in difficoltà, il centro di assistenza si premura anche di contattare, quando necessario, i numeri forniti in fase di registrazione. Offerto dalla Regione Piemonte e sviluppato da DynamicFun, il servizio si è man mano aggiornato a livello tecnico. Ora, oltre al numero di assistenza, il 5, è possibile anche scaricare un’applicazione gratuita, disponibile per Android, Blackberry, Iphone e Nokia. L’applicazione è essenziale al massimo, ma ha tutto quello che serve: si attiva in un millesimo di secondo ed è poi sufficiente premere il tasto gigante “AIUTO” per essere collegati con la centrale operativa.

Correlato:  Turismo a Torino: più vegetariani, vegani e halal friendly in città!

Giulia Ongaro

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino



Commenti

SHARE