Home Arte Paratissima, cinque giorni di arte

Paratissima, cinque giorni di arte

3
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Altri cinque giorni di arte. È Paratissima, che è ripartita ieri per concludersi domenica 10 novembre. Quest’anno, la sede è il MOI di Via Giordano Bruno, presso l’ex Villaggio Olimpico. Le arcate avevano ospitato anche l’edizione 2012, dopo il divorzio tra la manifestazione e San Salvario.
La nona edizione di Paratissima è stata aperta da una performance live, ispirata al tema dell’anno: il gioco. I due artisti, Aka e B-Fade, hanno inscenato un duello musicale impostato sulle colonne sonore dei giochi cult come Super Mario o PacMan.

1465336_10202256085354398_2119862759_n

Paratissima pensa in grande, e quest’anno, con il finanziamento di Camera di Commercio e Compagnia di San Paolo,  ospita ben trentasette progetti speciali. Tra le altre, ParaPhoto, l’angolo della fotografia gestito dalla Scuola VISUAL, che organizza una serie di esposizioni sul tema della creazione. In onore del tema di questa edizione, il gioco, partnership anche con il Mirafiori Motor Village. Sono loro gli organizzatori del Pix Game, che permette di sostenere Paratissima con il lancio della nuova 500-L. Da vedere assolutamente anche Paradesign, che ospita trenta giovani progettisti per metterli a confronto con pubblico e professionisti.

1459180_10202256085274396_163140410_n

Paratissima, però, non snobba le nuove forme d’arte (se possono essere chiamate così): Instantissima è una serie di incontri e workshop legati alla manifestazione artistica e rivolti agli Instagramer torinesi.  Per partecipare a Paratissima, però, non basta andare il Via Giordano Bruno. Moltissime sono anche le performance, musicali e non solo, che avverranno nella stazione di Porta Nuova e nella Stazione Lingotto. Per esempio, domenica i We Are Waves sono attesi per un’improvvisazione musicale alla metropolitana di Porta Nuova. Paratissima considera anche la gastronomia un’arte. Quest’anno, a partecipare è l’Enoteca Rabezzana, che ha indetto un contest per scegliere l’etichetta del suo grignolino.

Correlato:  L’arte della Resilienza in salsa Littizzetto

600857_10202256085394399_464630155_n

Oltre a questo, ci Paratissima ha proposto  altri sei concorsi. Uno dei più interessanti è Ri.Accademia, dedicato all’arte che utilizza materiali di scarto, con il patrocinio dell’associazione Triciclo. Ancora aperte anche le iscrizioni a Paraschool, che pèrmette ai giovani artisti di confrontarsi con figure di alto livello. Segnaliamo ancora Skincodes, che mette in concorso i tatuatori, artisti che usano la pelle come base per le loro opere. Chi volesse sostenere la manifestazione, che è totalmente gratuita per il pubblico, può anche partecipare alla Paralotteria, che mette in palio anche un weekend sulla neve.

Giulia Ongaro

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino



Commenti

SHARE