Home Cronaca di Torino Nuovo Ipad, la fredda reazione di Torino

Nuovo Ipad, la fredda reazione di Torino

6
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Il primo novembre scorso è stata immessa sul mercato italiano la quinta generazione del celebre tablet prodotto da Apple: l’iPad Air. Le prerogative di questo nuovo modello sono l’eccezionale sottigliezza e l’incredibile leggerezza, unite a prestazioni sempre più elevate.


Schermata 11-2456603 alle 09.27.30

Ce n’è abbastanza per solleticare le voglie degli appassionati di tecnologia ed in particolare degli adepti della casa di Cupertino. Sono certamente negli occhi di tutti le immagini di migliaia di persone in coda fuori dagli Apple Store in America e nel resto del mondo, spesso reduci da diverse notti all’addiaccio, pur di poter essere i primi ad entrare in possesso dell’ultimo nato di casa Apple.

Il rituale per l’iPad Air ha ricalcato quello dei suoi illustri predecessori: conferenza stampa annunciata con ampio preavviso presso lo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco, mega schermo con slide celebrative a forte impatto emotivo, copertura live in streaming, con protagonisti gli eredi del compianto Steve Jobs. Ci sono 14 Apple Store in Italia. Il 13 settembre 2010 è stato inaugurato quello del Centro Commerciale Le Gru di Grugliasco.

Schermata 11-2456603 alle 09.23.31

Più recente quella dell’Apple Store di Via Roma 13 a Torino, avvenuta il 13 ottobre 2012. Quest’ultimo risulta essere al momento il più grande d’Italia, con i suoi due piani e 1360 metri quadrati, di cui 700 di superficie espositiva. Quel giorno migliaia di persone si sono messe in fila in attesa dell’apertura dei battenti: i primi mille acquirenti sono stati premiati con una maglietta.

Correlato:  Week end, quanti eventi per l'Epifania a Torino: tanti appuntamenti dedicati ai più piccoli

Venerdì scorso soltanto una trentina di irriducibili si sono presentati davanti alle porte dello Store di Via Roma: un’immagine desolante rispetto a quelle di qualche anno fa e di qualche iPhone fa. Di certo l’elevata frequenza di lancio di nuovi prodotti e la perdurante crisi hanno spinto anche i maggiori fanatici a più miti consigli. Nessuna maglietta questa volta, soltanto un giro di acqua, caffè e brioche per ingannare un’attesa che si è rivelata più lunga per un problema tecnico nel registro informatico di vendita degli agognati tablet. Le strade del progresso e del marketing però sono infinite e siamo certi che presto le tende e le transenne disegneranno nuovamente l’attesa del prossimo innovativo e irrinunciabile giocattolo della casa della mela morsicata.

Edoardo Ghiglieno

 

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino



Commenti

SHARE