Home Cronaca di Torino Torino, città di buche

Torino, città di buche

11
SHARE
Torino, città di buche
Torino, città di buche
Tempo di lettura: 1 minuto

Non parliamo di quelle delle lettere. Non parliamo delle fatidiche diciotto di un campo da golf. Stiamo parlando di quelle che invadono (è il caso di dirlo) le strade sotto la Mole, e che hanno costretto la Procura ad aprire tre inchieste separate, a causa dell’elevato numero di incidenti, e la Polizia a fare un vero e proprio censimento da giugno ad oggi.

buca strada della pronda-2

E il numero è impressionante. Le malformazioni stradali, che in alcuni casi sono dei veri e propri crateri, sono 3100. Ciò che maggiormente allarma è la crescita dalla precedente rilevazione: sono oltre 800 i nuovi danneggiamenti rilevati. La palma d’oro, se così si può dire, spetta al quartiere Madonna di Campagna, che in virtù delle oltre 150 buche delle sue strade si conferma quello dove è più pericoloso vagare in macchina, o peggio, in moto.

I dati sono stati consegnati al Pm Raffaele Guariniello, che sta seguendo in prima persona il caso di Enzo Fogli, il pensionato morto a Torino lo scorso maggio dopo essere caduto mentre camminava su una strada cittadina a causa di una buca. Sono nove gli indagati nell’apposito registro, iscritti lo scorso agosto: quattro funzionari del Comune e cinque operatori della Smat. Si procede per omicidio colposo.

Se andate in giro per la città in moto o in bici, attenzione anche alle vie di Nizza-Lingotto (113 buche) e di San Salvario. In coda Santa Rita con 22.

Correlato:  I torinesi promuovono la nuova Torino

Andrea Besenzoni



Commenti

SHARE