Home Musica Il Movement torna a far ballare Torino

Il Movement torna a far ballare Torino

14
SHARE
Movement Torino 2013
Movement Torino 2013
Tempo di lettura: 2 minuti

Per l’ottava edizione del Movement Electronic Music Festival, Torino dedica 10 giorni interi alla musica elettronica. Dal 24 Ottobre al 2 Novembre, in varie location, si esibiranno artisti di fama internazionale, per ricordare a tutti che Torino è anche culla della cultura underground.

Smentendo il pregiudizio che la cosiddetta musica colta non abbia niente a che vedere con quella da discoteca, ad aprire il Festival al Conservatorio di Torino è un duo quantomeno particolare: si tratta di Bugge Wesseltoft e Henrik Schwarz, il primo figura di spicco della scena jazz norvegese, il secondo un tedesco veterano della deep-house music. I due musicisti danno vita ad un intreccio esplosivo, che sfrutta anche l’effetto sorpresa con l’improvvisazione tipica del jazz.

il movement torna a far ballare torino'

Il programma continua con il francese Dan Ghenacia al Supermarket Club il 25 Ottobre, e la sera dopo con il Circoloco Party ai Lumiq Studios di Corso Lombardia, dove si esibiscono i System of Survival, Matthias Tanzmann e i Martinez Brothers.

Per celebrare il marchio Superga, la Lavanderia a Vapore di Collegno è sede del Superga Happy Sunday, il 27 Ottobre, che ospita Lauren Garnier ed Agoria dalle 16 a mezzanotte.

Il 29 il Movement Festival entra, anche se per poco, in modalità diurna, ed insieme al Politecnico organizza un workshop gratuito con il padre della techno Derrik May, il DJ Robert Hood e il regista Gary Bradow che spiegano i punti di incontro tra il cinema e la musica elettronica.

Correlato:  La Jamaica a Torino: the Original Wailers

La sera dello stesso giorno al Magnifica Preda suona DJ Harvey, che sfodera i suoi pezzi migliori e riscalda il pubblico per il Main Show del 31.

Nella notte di Halloween Lingotto Fiere apre le porte a una line-up “spaventosa”, che include fra gli altri grandi nomi quali Vitalic, i Visionquest, i Pan-Pot, Maceo Plex e Ben Clock. Unica donna, alla sua prima apparizione al Movement, è la polacca Magda, virtuosista della minimal scoperta e prodotta da nientemeno che Richie Hawtin.

Federico Buratti il movement torna a far ballare torino'
Federico Buratti

I torinesi Lollino, Federico Buratti, Gandalf, Just a Mood e Rudemates, che avevano già preso parte ad altre edizioni del Festival, ribadiscono ancora l’ottimo Made in Italy nel campo dell’elettronica.

Il Movement Torino Electronic Music Festival si conclude con una serata all’Autodrome Club: Derrik May, Terrence Parker e DJ W!LD chiudono in bellezza e danno a Torino l’arrivederci al prossimo anno.

 

Di Arianna Battiston

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino

 

 



Commenti

SHARE