Home Enogastronomia Frutto Proibito? No, permesso!

Frutto Proibito? No, permesso!

10
SHARE
Frutto proibito? No, frutto permesso!
Frutto proibito? No, frutto permesso!
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Frutto Permesso ha rimandi quasi biblici, anche se la cooperativa che vi presento questa settimana, quando l’ha coniato non ha pensato che stava costruendo un vero e proprio piccolo mondo controcorrente,intorno alle mele.

La mela quel frutto proibito che divenne permesso dalle logiche del biologico. Già, perché “Frutto Permesso” è forse la prima cooperativa in Italia a parlare di Biologico, nel senso di tutta quella filosofia del mangiar sano riducendo le tecniche convenzionali di agricoltura per andare ad approcciarsi a tecniche più nuove e sane.

mela1

Riduzione di concimi chimici per quelli biologici, sostituzione di fertilizzanti e insetticidi…e via discorrendo. La cooperativa agricola il Frutto Permesso fa questo già nel 1987, ma non solo: intanto ha più produttori che convogliano sul progetto. Chi coltiva le mele, chi le prugne le pere, le susine, i kiwi, chi produce il latte, chi la carne, chi il miele, chi le verdure. Attenti coltivatori, esperti professionisti con una precisa filosofia: far del bene lavorando bene la terra e allevando gli animali in modo etico.

cassetta

Frutto Permesso apre poi una Fattoria didattica presso la sede non lontano da Pinerolo per le scuole e per bambini in generale, apre un agriturismo dove mangiare i loro prodotti e passare una giornata in campagna tra animali ed educazione ambientale.

Correlato:  Mille Luci nel Piatto: un successo nel centro di Cuneo

Questa premessa è per dirvi che Frutto Permesso si è anche trasformato in un negozio per la città, in Via Napione 24, già da qualche anno ormai. E quando si entra da loro, sappiate che si entra in uno spazio parallelo dove la natura e il buono te lo trovi nella borsa della spesa: quella che magari fai di corsa alle 19.00, dopo l’ufficio e prima di preparare la cena.  Non stupitevi se una mela cadrà nella vostra borsa: è un frutto permesso, ormai.

Valeria Saracco

Mi trovi anche su http://duecuorieunaforchetta.com

 

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino



Commenti

SHARE