Home Cronaca di Torino Abuso d’ufficio: Chiamparino nel mirino della magistratura

Abuso d’ufficio: Chiamparino nel mirino della magistratura

2
SHARE
Murazzi: la quiete dopo la Movida
Murazzi: la quiete dopo la Movida
Tempo di lettura: 2 minuti

L’ex sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, è indagato per abuso d’ufficio nel caso che riguarda la gestione dei locali dei Murazzi, gli stessi locali chiusi ormai da quasi un anno.

Chiamparino sarà ascoltato dai magistrati nei prossimi giorni. Il secondo procuratore capo di Torino, Gian Carlo Caselli, ha definito l’avviso di garanzia «un atto dovuto». Oltre all’ex sindaco, sono coinvolti nel procedimento anche l’ex assessore al commercio Alessandro Altamura e l’ex city manager Alessandro Vaciago.

Secondo i magistrati, guidati dal pm Andrea Paladino, nel 2009 le concessioni ai gestori dei locali furono rinnovate sebbene ci fossero irregolarità; alcuni gestori, infatti, risultavano morosi. Le indagini hanno interessato, nel primo periodo, dodici gestori di locali e otto consiglieri comunali.

È stato lo stesso Chiamparino ad annunciare di aver ricevuto l’avviso di garanzia, con una lettera inviata alla Compagnia di San Paolo.

Murazzi Chiamparino indagato abuso d'ufficio

L’ex primo cittadino, ed ora presidente della Compagnia, ha rimesso il suo mandato ai consiglieri, per evitare «i possibili danni reputazionali che questa vicenda potrebbe arrecare alla Fondazione». Chiamparino nella lettera ha aggiunto: «Sono assolutamente sereno e pronto a collaborare con la magistratura, convinto come sono di aver sempre perseguito l’interesse generale della città».

Lunedì prossimo il Consiglio Generale della Fondazione si riunirà, ma è improbabile che le dimissioni di Chiamparino vengano accettate. È quanto auspicato anche dall’attuale sindaco, Piero Fassino, che ha espresso parole di fiducia verso il suo predecessore. Secondo Fassino, infatti «il gesto di Sergio Chiamparino dimostra ancora una volta la sua sensibilità istituzionale; chiunque lo conosca non può avere dubbi sulla assoluta trasparenza e correttezza dei suoi comportamenti amministrativi». Chiamparino sarà sentito in procura martedì prossimo; ad assisterlo l’avvocato Fulvio Gianaria.

Correlato:  Panchine - biblioteche: un esperimento fallito in piazza Carignano

Giulia Ongaro

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino



Commenti

SHARE