Home Arte La storia della musica in fotografia: succede alle Ogr

La storia della musica in fotografia: succede alle Ogr

1
SHARE
La storia della musica in fotografia: succede alle Ogr
La storia della musica in fotografia: succede alle Ogr
Tempo di lettura: 2 minuti

Le Ogr continuano nella loro mission: diventare il cuore pulsante della musica torinese. Non è bastata la kermesse di fine estate targata Traffic, arricchita dallo splendido festival “Hai paura del Buio?”, non è bastato elevare le Officine a set degli “Home visit” (le ultime selezioni prima della diretta) di X Factor, insieme a Simona Ventura e Boosta.

TRANSFORMERS-mupi_low

Fino al 3 novembre prossimo il Cantiere che si erge al centro della Spina torinese ospita una mostra fotografica di sicuro interesse per gli appassionati delle note: “Transformers – ritratti di musicisti rivoluzionari”. Immagini private di artisti che hanno fatto la storia della musica, da Elvis Presley ai Daft Punk: settantotto immagini tratte dagli archivi di Getty Images, partner della mostra, da cui si percepisce la forza di trasformazione che ventisei artisti straordinari hanno espresso con i loro gesti e le loro performance, cambiando il corso della storia, non solo musicale.

Altro aspetto interessante della mostra è l’arco temporale che viene preso in considerazione, che parte dagli anni ’50 e arriva all’era del web e dei giorni nostri. Praticamente tutta la rivoluzione musicale, e culturale, racchiusa in un un viaggio di immagini.
77cdfa9c11a74acb74c766e417d66f2383918bd6

“Nella selezione del materiale fotografico, Alberto Campo, curatore della mostra, “cronista musicale” come ama definirsi,  dà valore e priorità all’evento dal vivo, a cui oggigiorno – data la progressiva smaterializzazione della musica registrata e l’incipiente fine del prodotto discografico – si associa sempre più l’idea di “verità” e di “autenticità” dell’esperienza musicale”, spiegano gli organizzatori.

Correlato:  Riviviamo un 2015 pieno di Cultura

La mostra è un progetto della Società Consortile OGR-CRT per Cantieri OGR, in collaborazione con Getty Images, con il patrocinio dellaCittà di Torino  e media partners Rolling Stone e  Gibson.

L’esposizione è aperta dal martedì al venerdì dalle 15 alle 20, sabato e domenica in orario 10-20. I costi: biglietto intero 5 Euro, ridotto 3 Euro. Info: o11 4330511/ info@ogr-crt.it, Facebook Cantieri OGR TorinoTwitter @cantieriogr

Redazione Mole24

SEGUICI ANCHE SU:

logo fb mole                       twitter mole24torino



Commenti

SHARE