Home Cronaca di Torino Verdessenza, laboratorio sperimentale

Verdessenza, laboratorio sperimentale

6
SHARE
Verdessenza, laboratorio sperimentale
Verdessenza, laboratorio sperimentale

Questa settimana andiamo a conoscere un’atra realtà, un negozio un po’ speciale.

Non ci spostiamo ancora da San Salvario, rimaniamo ancora per un po’ qui. Troviamo un luogo eclettico dove il rispetto dell’ambiente e il recupero sono i protagonisti indiscussi. Cibi sfusi o provenienti da cooperative come Libera Terra e i loro prodotti delle terre confiscate dalla mafia. Biscotti, vini e marmellate provenienti da progetti di economia carceraria. Stiamo parlando di  Verdessenza, l’ecobottega della sostenibilità in Via San Pio V n. 20/F – Torino

Potete giungere con un sacchetto vuoto e rifornirlo di un kg di pasta biologica come abbiamo visto fare a numerosi giovani che vengono qui a fare la spesa. Rifornire barattoli di detersivi per il bucato e per la casa. Comprare pannolini per i bambini lavabili e riutilizzabili. Non è un vero e proprio posto per vegetariani, qui potrete trovare anche salumi e prosciutti di una azienda  di cui conoscono metodi e allevamenti, oltre a cereali e the.

Verdessenza l’hanno pensata e realizzata i soci del Centro Studi Ambientali di Torino, da anni impegnato in progetti di riduzione dei consumi e di ecoturismo.

Image

 Un  laboratorio sperimentale dove si vuole sensibilizzare con informazioni su un consumo critico ed intelligente,  da cui nasce il progetto T.V.B. Ti Voglio Bere per incentivare il consumo dell’acqua del rubinetto. Per qualche giorno al mese offrono laboratori, degustazioni e aperitivi con lo scopo di trasmettere stili di vita più sostenibili. Facciamo qualche esempio: autoproduzione ed economia domestica, incontri con produttori locali, dialoghi con esperti e corsi di cucina per grandi e bambini.

Proprio stasera inizia una delle tante loro collaborazioni. Porteranno i loro prodotti sfusi e a basso impatto ambientale  alle “cene consapevoli” organizzate dal QuBì ( via Parma 75/c ) e ConsuMare Giusto al fine di approcciarsi al tema del mare e al consumo consapevole e sostenibile delle risorse ittiche, dialogando mentre si degustano pietanze di pesce fresco con il pescatore Beppe in versione di narratore dei mari.

Valeria Saracco

Mi trovi su duecuorieunaforchetta.com

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here