Home Libri Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole

Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole

30
SHARE
Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole
Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole
Tempo di lettura: 2 minuti

Muscoli scolpiti, un mantello e una divisa sgargiante, poteri speciali. Sono queste le caratteristiche per riconoscere immediatamente un supereroe. In due parole, Dottor Torino.

Aggiungete una storia personale drammatica, un evento che scatena i superpoteri e una morale d’acciaio e avrete uno qualsiasi tra Superman, Spiderman o Superpippo. Tutti americani, tutti all’erta per proteggere megalopoli a stelle e strisce. E a noi chi ci pensa?? Ci pensa Dottor Torino.

Per supplire a questa pericolosissima mancanza, a vigilare dall’alto della Mole ora c’è Dottor Torino! Creato dal disegnatore di fumetti Fabrizio De Fabritiis, in arte “Fumettista esplosivo”, il supereroe tutto torinese è nato nel 2009 e anche lui rispetta tutti i crismi dei “colleghi” americani.

Ha gli addominali “a grattugia”, vola grazie ad un mantello azzurro dall’aria spettrale ed è il “corpo astrale” di Andea Gaido, ragazzo rimasto paralizzato a seguito di un incidente. Dottor Torino ha dunque l’obiettivo di vendicarsi contro l’uomo che ha reso inutilizzabile il proprio corpo terreno, a cui è comunque indissolubilmente legato.

La sua storia si è poi arricchita di nuovi elementi e le sue avventure contro i cattivi di Torino e dintorni si sono moltiplicate.

Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole
Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole

Dove? Sulle tovagliette di bar e ristoranti tanto per iniziare, per poi diventare un fumetto in carta e ossa al fianco del ben più blasonato Capitan Novara. Ebbene sì, nel mondo dei supereroi non contano capoluoghi di provincia o di regione, la gerarchia la fanno le gesta, la fama e gli anni di attività nel combattere il crimine. E Capitan Novara, sempre frutto della matita di De Fabritiis, è sulla scena da molto più tempo.

Correlato:  Torino piange Riccardo Valla, uno dei papà della fantascienza italiana

La trafila è stata sempre la stessa: il disegnatore specializzato in supereroi italiani ne partorisce i tratti “in una notte buia e tempestosa”, gli fa muovere i primi passi sulle tovagliette di carta che ogni turista o impiegato in pausa pranzo si trova sotto gli occhi quotidianamente e poi, a furor di popolo, diventa un semestrale cartaceo.

Tutto ciò con l’aiuto di degni spalle: Verbanium, la bellissima Cusio Woman e persino il Mostro delle Risaie. Personaggi di realtà locali, ma non per questo meno nobili d’animo e degni di minor considerazione di un qualsiasi tizio in calzamaglia bicolore di Smallville.

 

Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole
Dottor Torino, il supereroe che veglia sulla Mole

La saga del Dottor Torino sembra essere tramontata nell’estate del 2013, ma ora i difensori della legge del Belpaese si coalizzeranno con alcuni cugini del Vecchio Continente per creare una super lega di “Defenders of Europe”.

A partire dal rinnovato Capitan Nova(ra), ognuno manterrà le caratteristiche proprie della sua terra d’origine (Spagna, Inghilterra, Italia, Russia e Francia) e darà il suo contributo contro il male sfruttando al meglio i propri poteri (ecco le loro sfavillanti livree).

Mostri, alieni e mega bastardoni siete avvisati: in America o in Europa troverete pane per i vostri denti!

 

Marco Parella

 

SEGUICI ANCHE SU:

 



Commenti

SHARE