Home Spor-to La Juve vince al cardiopalma

La Juve vince al cardiopalma

2
SHARE
Juve, Undici e mezzo
Juve, Undici e mezzo

Reti all’inizio e alla fine, rigori non concessi, espulsioni non viste, falli che in realtà non erano falli.

Succede veramente di tutto in Juventus-Milan, classica del campionato italiano che non ha deluso le aspettative e ha regalato emozioni per tutti i novanta minuti.

Alla fine quello che conta, guardando la partita dal punto di vista dei bianconeri, sono i tre punti che permettono a Buffon e compagni di rimanere incollati alla vetta della classifica e di non perdere altro terreno nei confronti della Roma e del Napoli. La partita inizia subito a regalare sorprese.

Non sono passati nemmeno 20 secondi quando Nocerino, che ha giocato al posto di Poli, svirgola una palla che finisce sui piedi di Muntari che insacca alle spalle di Buffon.

Juventus Milan 3- 2 serie A Tim 6-10 - 2013

 

Una doccia fredda dalla quale la Juve si riprende immediatamente con una conclusione di Tevez che finisce alta sopra la traversa della porta difesa da Abbiati. Vidal sale in cattedra e serve una palla preziosa a Quagliarella che però calcia anche lui alto sopra la traversa. La svolta arriva quando De Jong stende Tevez (per alcuni il fallo non c’era): punizione di Pirlo dal limite dell’area e parabola insidiosa ma centrale che coglie impreparato Abbiati firmando la rete del momentaneo 1-1.

La gara si spegne prima dell’intervallo, con le due squadre che tirano i remi in barca e rifiatano, ma si riaccende subito all’inizio della ripresa. Da segnalare tra i tanti errori arbitrali anche un intervento di Costant su Tevez in area di rigore che avrebbe dovuto essere sanzionato con il cartellino rosso.

Juventus Milan 3- 2 serie A Tim 6- 10 - 2013

Ad inizio della ripresa un altro episodio che avrebbe potuto indirizzare la gara ma che non è stato visto nè dalla terna arbitrale nè dall’arbitro addizionale che era proprio a due passi dal misfatto. Bonucci e Mexes si spintonano in mezzo all’area quando il francese colpisce con un pugno il difensore della nazionale ma la condotta antisportiva non viene vista.

La partita va avanti tra mille emozioni e dopo una parata di Buffon su una bella conclusione di esterno di Robinho (unico lampo di classe del brasiliano), Conte toglie Quagliarella ed inserisce Giovinco. E’ la mossa che cambia la partita, perchè la “formica atomica” salta con un dribbling secco Zapata e segna il 2-1 alle spalle di Abbiati, questa volta incolpevole.

 

Juventus Milan 3- 2 serie A Tim 6-10 - 2013

 

L’arbitro poi butta fuori Mexes per doppio giallo tra i cori dello Juventus Stadium: punizione di Pirlo, traversa e Chiellini di destro segna a porta vuota la rete del 3-1.

La gara sembra finita ma la Juve abbassa la concentrazione, Pogba (entrato al posto di Padoin) perde una palla che non doveva perdere e Muntari da fuori firma il 3-2 complice una deviazione di Bonucci.

Ultimi minuti al cardiopalma ma su un angolo Zapata spedisce alto di testa: la Juve vince e resta incollata alla testa della classifica, ma si è sofferto più del necessario.

 

Andrea Magri

 

SEGUICI ANCHE SU:

 

logo fb mole                       twitter mole24torino

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here