Home Spor-to La Juve beffata da Mancini

La Juve beffata da Mancini

6
SHARE
Juventus Galatasaray 2- 2 Champions League 2013 -2014 Turin
Juventus Galatasaray 2- 2 Champions League 2013 -2014 Turin
Tempo di lettura: 2 minuti

Una vera e propria beffa.

Di quelle clamorose che per molto tempo resteranno scolpite nella mente dei tanti tifosi bianconeri che anche mercoledì sera hanno gremito i seggiolini dello Stadium. Quella con il Galatasaray era sicuramente la partita più importante di tutta questa prima parte di stagione, soprattutto dopo il pareggio esterno della prima giornata di coppa contro il Copenaghen.

Una sconfitta avrebbe significato la quasi certa eliminazione, una vittoria avrebbe reso la vita molto più facile mentre il pari non è un risultato positivo, ma la Juve potrà giocarsi le sue possibilità di entrare agli ottavi nelle restanti quattro partite. Conte ancora una volta sceglie di giocare con la difesa a tre.

Dunque in campo vanno Buffon in porta; Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa, Lichesteiner, Pogba, Pirlo, Vidal e Asamoah a centrocampo, Tevez e un recuperato Vucinic in attacco. La partenza della Juve non è certo delle migliori, il gioco latita, la circolazione di palla è molto lenta e i bianconeri faticano non poco a creare occasioni da rete, anche perchè Mancini schierza il Galatasaray tutto arroccato in difesa.

Juventus Galatasaray 2- 2 Champions League 2013 -2014 Turin
Juventus Galatasaray 2- 2 Champions League 2013 -2014 Turin

I turchi però davanti hanno due come Sneider e Drogba sempre pericolosi e pronti a colpire. La prima svolta della partita arriva intorno alla mezz’ora, quando Bonucci commette un errore veramente grossolano. Su una palla che sembrava inoffensiva il difensore della nazionale sbaglia il retropassaggio per Buffon, Drogba è bravo ad eludere il portiere bianconero e a segnare la rete del vantaggio ospite.

Correlato:  Sabato, il baseball ed il softball sono in vetrina a Torino

Prima della pausa arrivano altre due pessime notizie per la Juve. Vucinic in uno dei pochi scatti in avanti accusa un dolore muscolare e deve lasciare il posto a Quaglirella, stesso problema per Lichesteiner che all’inizio della ripresa viene sostituito dal cileno Isla. Conte non è certamente contento della prestazione dei suoi e nell’intervallo deve farsi sentire visto che in bianconeri iniziano molto meglio la ripresa.

Dopo dieci minuti di assedio, la manovra della Juve torna lenta e sembra che i turchi possano agevolmente portare a casa i tre punti, ma Quagliarella si procura un rigore netto per un ingenuo ma falloso intervento di un difensore turco (forse c’era un altro rigore nel primo tempo). Il pari turco carica a mille la Juve che insiste a pochissimo dalla fine trova la rete del vantaggio: invenzione di Pirlo che pennella un pallone d’oro per Quagliarella che di testa si conferma bomber di coppa e segna una rete fondamentale.

Juventus Galatasaray 2- 2 Champions League 2013 -2014 Turin

La vittoria sembra veramente ad un passo e lo Stadium esulta ma i giocatori di Conte commettono un errore clamoroso pensando che la partita sia finita. Drogba invece ci crede sempre e in pieno recupero spizzica una palla di testa per Bulut che batte Buffon e zittisce lo Juventus stadium. Ora la strada è veramente dura, per qualificarsi serve un’impresa con il Real Madrid.

Correlato:  Chiamparino promuove le Olimpiadi a Torino nel 2026: nuova speranza per il capoluogo piemontese

Andrea Magri

 

SEGUICI ANCHE SU:

     



Commenti

SHARE