Home Cronaca di Torino Luci d’Artista ritorna. E cresce.

Luci d’Artista ritorna. E cresce.

44
SHARE
Luci d'Artista ritorna. E cresce.
Luci d'Artista ritorna. E cresce.

Un buon modo per voltare le spalle all’estate (nonostante le temperature virino ancora verso il tiepido) è cominciare con un certo anticipo a pensare ai mesi freddi.

E se c’è qualcosa che a Torino rende molto più piacevoli i rigori dell’inverno, trattasi di Luci d’Artista. Da sedici anni, niente di meno, questa iniziativa, nata inizialmente per regalare alle vie sabaude un aspetto diverso sotto Natale, al posto dei soliti Babbi penzolanti e degli auguri ai neon, è diventata una vera e propria kermesse artistica, che raduna per mesi, non solo nelle settimane dell’Avvento, le installazioni di numerosi performer italiani e stranieri.

3067026086_e48c6fefa3

Ogni anno le Luci vedono qualche piccola variazione, e l’opera che prima stava lì ora sta là: un modo carino per dedicarsi a una caccia al tesoro al neon.

Nonostante la crisi, lo stesso menu verrà proposto anche quest’anno, a partire dal primo novembre. E non solo: saranno tre le nuove opere che si affiancheranno alle presenti. Si tratta dei coni gelato realizzati dalla tedesca Vanessa Safavi in piazza Bodoni, della frase di Alfredo Jaar «Cultura = Capitale», che farà bella mostra di sè in Biblioteca Nazionale e di un’opera itinerante che girerà fra le circoscrizioni cittadine. L’autore è Denzel Kurtel, che guiderà un furgoncino-caleidoscopio, che prenderà vita grazie agli spettatori, parte integrante dell’opera, i quali suoneranno alcuni pianoforti che, anzichè suonare, emetteranno luci.

Abbiamo fatto tre, facciamo quattro. Non è ancora ufficiale, ma l’assessorato alla Cultura vorrebbe piazzare a Porta Nuova «L’energia che unisce si espande nel blu», opera di Marco Gastini, sfrattata da Galleria Subalpina causa restauri.

Tutto questo per non citare tutte le Luci che, come ogni anno, ci faranno camminare per qualche mese a naso in su.

Andrea Besenzoni

     

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here