Home Arte Arte a Torino: coming soon…

Arte a Torino: coming soon…

3
SHARE
Arte a Torino: coming soon...
Arte a Torino: coming soon...
Tempo di lettura: 3 minuti

La nuova arrivata si Abbandonate (a malincuore) sdraio e ombrelloni e le graziose esposizioni estive dal profumo di mare sparse qua e là per le località di villeggiatura, si torna in una Torino ancora mezza addormentata ma che a breve inizierà a farsi bella per accogliere le migliaia di visitatori, italiani e stranieri, che accorreranno per partecipare all’evento principe della stagione del contemporaneo a Torino, la fiera di Artissima.

Partiamo proprio da quest’ultima, sulla quale avremo modo di tornare prossimamente, per sciorinare qualche dato (tratto dal sito internet ufficiale della fiera http://www.artissima.it/frontend/cosa-e-artissima/) relativo all’edizione passata: 50 mila visitatori, oltre 5 mila collezionisti, 172 gallerie da 29 Paesi, oltre 1200 giornalisti accreditati e una costellazione di eventi collaterali in città costituiscono la prova schiacciante del perché, senza ombra di dubbio, la fiera sia diventata la regina incontrastata dell’arte contemporanea torinese.

Artissima2

Come detto si tratterà della fiera in maniera più approfondita in altro momento, ma è doverosa qualche anticipazione. Sistema vincente e collaudato non si cambia (o quanto meno non si stravolge): la ventesima edizione della fiera sarà aperta al pubblico dall’8 al 10 novembre (il 7 presentazione alla stampa, anteprima collezionisti e inaugurazione su invito) e sarà, per il quarto anno consecutivo (forse l’ultimo), ospitata nel padiglione dell’Oval presso il Lingotto (la prossima si svolgerà alle OGR?). Le sezioni principali rimangono le stesse: Main Section, New Entries, Present Future, Back To The Future e Art Editions. Allo stesso modo inalterato è Musei in Mostra, lo spazio dedicato a musei, fondazioni e istituzioni pubbliche del territorio legate all’arte contemporanea.

Correlato:  2013: un anno da strabuzzare gli occhi.

G@P_Paratissima

La novità è One Torino: si tratta della prima edizione di un progetto espositivo di ampio respiro  ideato e prodotto da Artissima in collaborazione con i musei e le fondazioni della città, il cui intento, come si legge sul sito, è quello di porre Torino al centro di un dialogo culturale importante, rafforzando la sua posizione di capitale dell’arte contemporanea sperimentale e dinamica, e promuovendo la sua identità contemporanea e storica”. Il progetto si svilupperà attraverso la presentazione di cinque mostre collettive, curate da otto curatori di fama internazionale, indipendenti ma interconnesse tra loro. Le mostre saranno ospitate a Palazzo Cavour, al Castello di Rivoli, alla GAM, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ed alla Fondazione Merz e saranno visitabili dal 7 novembre 2013 al 12 gennaio 2014. Vedremo cosa ne verrà fuori.

Non solo Artissima: l’offerta di arte contemporanea in città nei giorni della fiera, come da qualche anno a questa parte siamo stati abituati, rimane intensa, variegata e di elevata qualità.

Proseguirà l’altra fiera che si è imposta all’attenzione degli addetti ai lavori e non, The Others, dedicata all’arte contemporanea emergente a 360 gradi: dalle gallerie (solo quelle nate dal 2009 in poi), alle associazioni, ai collettivi di artisti, agli spazi di design autoprodotto. Ce n’è per tutti i gusti (e anche per portafogli un po’ meno capienti di quelli che vengono estratti ad Artissima) per chi all’ufficialità di quest’ultima preferisce la scena, come dire, “underground”. Inoltre, non dimentichiamoci lo spazio espositivo originale e suggestivo: l’ex carcere Le Nuove, con le gallerie partecipanti ospitate all’interno delle celle.

Correlato:  L'Accademia Albertina di Torino, storia di un gioiello della cultura della città

TheOthers

Prosegue nella sua marcia di “istituzionalizzazione” il principale evento off, Paratissima, alla sua nona edizione: la novità di quest’anno (era nell’aria) è G@P – Galleries at Paratissima, un settore autonomo, all’interno della manifestazione, dedicato a trenta gallerie private. Lo spazio che ospita la manifestazione, dopo l’esodo da San Salvario, è quello dell’anno scorso: l’ex-Moi in via Giordano Bruno, non distante dall’Oval.

Al via il 7 novembre anche la seconda edizione di Photissima Art Fair, fiera dedicata alle gallerie che presentano un programma dedicato all’arte fotografica.

La chiusura spetta alla vera, importante novità di quest’anno: neanche a dirlo, un’altra fiera!

Si chiama Flashback (sottotitolo: L’arte è tutta contemporanea) e si svolgerà anch’essa dal 7 al 10 novembre negli spazi della Società Promotrice di Belle Arti. Il concept e l’ambizione della fiera è quello di affiancare arte antica e moderna e di ampliare e completare un discorso proprio nei giorni in cui è l’arte contemporanea a farla da padrona. Come diceva Sant’Agostino, Non ci sono, propriamente parlando, tre Tempi, il passato, il presente, il futuro, ma soltanto tre presenti: il presente del passato, il presente del presente e il presente del futuro”.

Flashback

Iniziate a farvi belli… novembre si avvicina!

Emanuele Bussolino

 

 

     

 

 



Commenti

SHARE