Home Arte Incontriamoci a Palazzo Madama

Incontriamoci a Palazzo Madama

10
SHARE
Incontriamoci a Palazzo Madama
Incontriamoci a Palazzo Madama
Tempo di lettura: 2 minuti

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.

Luogo comune o perla di saggezza, molto usata e abusata, può calzare a pennello per indicare il ciclo di incontri organizzati a Palazzo Madama di Torino, iniziati a giugno e che proseguono con cadenza settimanale fino a novembre.

Per festeggiare i 150 anni del Museo Civico cittadino sono stati organizzati una serie di incontri che illustrano la storia, le collezioni, i cambiamenti radicali o meno che hanno accompagnato il nostro “concittadino”.

palazzo-madama-casa-baretti

Ogni giovedi, dal 4 giugno scorso – giorno dell’inaugurazione del Museo nel 1863 – vari curatori dei diversi settori del museo raccontano le opere, la storia, i direttori, i collezionisti, gli strumenti e il futuro del museo.

Prossimo appuntamento giovedì 12 settembre alle ore 17 – con un incontro dal titolo  L’arrivo della pittura degli antichi maestri a cura di Simone Baiocco  (ingresso libero, incontro 4 euro).

Il museo non è indifferente al passaggio del tempo: nel corso di questi 150 anni cambia a più riprese e si adatta, accogliendo di volta in volta gli stimoli provenienti dall’ingresso di nuove opere e seguendo gli indirizzi dati dalle diverse personalità che lo hanno guidato”: questo è quello che scrivono gli organizzatori degli incontri per spiegare il percorso che si è voluto creare.

Correlato:  Contemporary Art Torino: una pausa al nostro cuore.

Un percorso diverso dalle solite visite guidate a cui assistono, spesso annoiati, molti dei visitatori museali.
Momenti, come questi che stiamo raccontando, in cui è il museo ad andare incontro ai concittadini e no, agli esperti e no, agli appassionati e no. Il museo come la montagna, per farsi scoprire.

Ebbene si… allontaniamo da noi l’idea dei musei o i luoghi di celebrazione della cultura come “luogo altro”, distanti e poco propensi all’aprire le porte. Ma dobbiamo guardare, in questo caso, al Palazzo Madama di Piazza Castello come un nostro concittadino da leggere come un libro e scalare come una montagna – con difficoltà forse . Ma tranquilli, Lui ci darà tutti gli strumenti necessari per rendere la passeggiata piacevole e arricchente come non mai.

E alla fine potremo dire :”Ho conosciuto un altro torinese molto interessante”.

Come fosse un nostro amico, cosi dev’essere.

Per il calendario completo dei prossimi incontri: http://www.palazzomadamatorino.it/mostra.php?id_evento=194

Giulia Copersito

     

Giulia Copersito

 



Commenti

SHARE