Home Cronaca di Torino In bici sotto il tunnel della ferrovia: si può fare

In bici sotto il tunnel della ferrovia: si può fare

31
SHARE

Non si tratta di una proposta per trascorrere una serata diversa all’insegna del coraggio, nè tantomento di una attività esplorativa.

E’ l’idea che l’Assessorato al turismo regionale ha avuto, per riutilizzare al meglio le reti ferroviarie non più utilizzate. L’area del Piemonte, come d’altronde molte zone italiane, conta su una grande quantità di percorsi, un tempo destinati a treni, che sono stati dismessi, vuoi perchè il trasporto si è spostato su gomma, vuoi per chè magari certe linee erano poco comode o poco utilizzate.

Perchè allora non farle risorgere a nuova vita? Un caso mirabile, e piuttosto vicino a casa nostra, in Liguria, sono i 25 chilometri di ciclabile che collegano Sanremo a San Lorenzo a Mare e a Ospedaletti: un tempo da quelle curve, alcune a picco sul mare, transitavano i convogli costieri.

11042009704
La ciclabile di Sanremo

Il grande vantaggio è che il tracciato è già fatto, è sufficiente (si fa per dire) togliere i binari e riconvertire la zona. Molte associazioni ed enti hanno preso in mano negli anni queste aree di ferrovie dismesse: Fiab, Greenways, Italia Nostra e in Liguria la società a maggioranza pubblica Area 24. In Spagna se ne è occupata una fondazione ad hoc.

E ora si potrebbe aggiungere anche il Piemonte: sono una quindicina gli itinerari che potranno essere ciclabilizzati (se così si dice), sfruttando un emendamento collegato alla manovra finanziaria 2013 che permette di dare il via a  un progetto sperimentale per trasformare in piste ciclabili le reti ferroviarie dismesse da almeno un decennio.

Tutto sarà possibile con un comodato d’uso delle tratte ex ferroviarie, da riconvertire. In Liguria è stato possibile. Si può fare.

 

La Redazione di Mole 24

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here