Home Arte Mostre a Torino, aperti per ferie!

Mostre a Torino, aperti per ferie!

5
SHARE

Tra un temporale e un raggio di sole, tra il caldo soffocante che non ti lascia respirare e l’aria fresca che ci rinfresca dopo un temporale estivo, eccoci arrivati alla settimana di Ferragosto.

I giorni per eccellenza delle vacanze, dei gavettoni e dei pic nic in spiaggia.

Ma in tempi di crisi come questi – ormai da un po’ di anni veramente- la città non si svuota più. Anche se continuano a parlare di week end da bollino nero sulle autostrade si creano maxi ingorghi in città tanto da dover anticipare la chiusura della ZTL.

Per tutti coloro che rimangono a Torino per scelta – quelli per cui “ah come si vive bene a Torino ad agosto” è la frase top- o per obbligo non preoccupatevi potrete allietare le giornate con una delle tante offerte culturali che la nostra città, fortunatamente pseudo turistica, ormai offre.

Alla GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea è tuttora in corso (sino al 29 settembre) la mostra personale di Nicola De Maria 

Art-Jungle

Ben quattro mostre sono ospitate in questo periodo (e sino al 15 settembre) dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, che tuttavia rimarrà chiusa dal 5 agosto al 4 settembre.

Sunt lacrimae rerum, una collettiva che ospita le sculture di sette artisti.

La quarta mostra del ciclo Greater Torino, dedicato agli artisti delle giovani generazioni che hanno a Torino il proprio spazio di formazione o di lavoro: per quest’anno sono stati invitati ad esporre il duo Alis/Filiol e Alessandro Sciaraffa. The 338 Hour Cineclub, mostra conclusiva della settima edizione del progetto Residenze per giovani curatori, a cura di Rosalie Doubal (Uk, 1984), Alec Steadman (Uk, 1983), Emeline Vincent (Francia, 1983). Infine La casa di biscotti, prima personale in Italia dell’artista finlandese Riikka Kuoppala, che presenta nelle sale della Fondazione due videoinstallazioni.

Per chi fosse interessato ad approfondire le tematiche riguardanti l’arte contemporanea in dialogo/dibattito con la sfera dell’ecologia al PAV, Parco Arte Vivente, prosegue sino al 29 settembre la mostra Internaturalità, collettiva a cura di Claudio Cravero che approfondisce, attraverso i lavori di 16 artisti, i concetti di Arte ecologica e di “internaturalità”, ovvero ibridazione tra diverse accezioni della natura.

Presso la Corte Medievale di Palazzo Madama prosegue sino all’1 settembre, a braccetto con l’esposizione della collezione Basilewsky, la retrospettiva tributo al lavoro del fotografo della celebre agenzia Magnum Photos Elliott Erwitt.

Mostre a Torino, aperti per ferie!
Mostre a Torino, aperti per ferie!

Alla Fondazione 107 (che riapre però il 4 settembre) è in corso la mostra Tappeti estremi. Da Timbuctù all’arte contemporanea, presso la quale potrete ammirare dai tappeti di propaganda cinesi, a quelli afghani, a quelli d’artista.

Alla Fondazione Merz prosegue sino all’8 settembre Voglio fare subito una mostra, personale di Elisabetta Benassi, che presenta una serie di installazioni che dialogano con alcune opere di Mario Merz.

Parlando di scultura, i Giardini della Reggia di Venaria ospitano per il secondo anno Art Jungle, a cura di Francesca Canfora e Daniele Ratti. Sino al 22 settembre passeggiando per i giardini ci si può imbattere nelle sculture ed installazioni di artisti noti ed emergenti.

In un parco, quello del Castello di Racconigi, è infine ospitata l’edizione 2013 della Biennale Internazionale di Scultura, intitolata Pensare lo Spazio, che sino al 13 ottobre presenta 62 sculture realizzate da artisti provenienti da Italia, Spagna e Germania.

Il monumento simbolo di Torino, la Mole Antonelliana, ospita all’interno del Museo del Cinema un percorso alla scoperta dei uno dei registi più talentuosi e famosi del cinema americano: Martin Scorsese.

La mostra, chiamata semplicemente “Scorsese” è allestita fino al 15 settembre prossimo, senza dimenticare il nuovo percorso museale, inaugurato il 1 agosto del Museo Egizio.

Il museo rimane aperto tutto agosto, come quasi tutti i principali musei cittadini.

Infatti non ci sono solo le mostre: queste esposizioni sono ospitate nei luoghi per eccellenza di conservazione del nostro patrimonio culturale. Per cui si, spazio alle mostre ma una passeggiata a Palazzo Reale o al Museo del Risorgimento, solo per fare due esempi, saranno i luoghi dove potrete rinfrescare occhi, mente e spirito.

Giulia Copersito – Emanuele Bussolino

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here