Home Cronaca di Torino Ready. Start. Master Games!

Ready. Start. Master Games!

6
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

“36 anni? Carriera finita”

“48 anni?? Quello non vale più nulla”

“64 anni??? Ma perchè non sta a casa a guardare i nipotini, ché non sta neanche più in piedi”

Attenzione a pronunciare queste frasi nei prossimi giorni perchè qui a Torino si aggireranno quasi 19mila “vecchietti” che potrebbero umiliarvi nella corsa, distruggervi in una partita a rugby o schiacciarvi in faccia su un campo da beach volley.

Sono gli atleti provenienti da tutto il mondo per partecipare ai World Master Games, le “Olimpiadi” degli over 35 (ma per alcune discipline gareggiano a partire dai 25) in programma dal 3 all’11 agosto.

6a00d83451612b69e20148c7346378970c

In realtà, sono già tra noi. si aggirano, molto spesso con moglie e bambini al seguito, per le vie della città ammirando i portici, le piazze, la collina ed i monumenti, ma già pronti a salire in bici, indossare il kimono, pagaiare o caricare le loro carabine. Le discipline saranno infatti 33, declinate in 160 specialità differenti che si svolgeranno in 65 sedi di gara e 13 Comuni: Torino, Alba, Bra, Avigliana, Fiano, Robassomero, La Loggia, Racconigi, Ivrea, Candia, Orta, Sestriere e Bardonecchia. Punto di ritrovo il Master Village presso il Valentino, dove già da qualche giorno i curiosi si radunano agli stand ufficiali, tra cui quello della città di Auckland, ospite della prossima edizione.

Correlato:  Il PalaIsozaki o palazzetto Olimpico

L’edizione 2013, l’ottava in assoluto, può già fregiarsi di due record, quello del maggior numero di Paesi partecipanti (108) e quello del budget più basso mai stanziato per questo tipo di manifestazioni. Dopo le polemiche e qualche difficoltà iniziale per trovare degli sponsor interessati, ora possiamo dire che i World Master Games torinesi costeranno poco meno di 5 milioni di euro, il 50% in meno della più economica edizione mai organizzata e molto distanti dai 22 milioni di euro che ha speso Sidney quattro anni fa. Grazie al supporto del Comune, della Regione Piemonte, della Camera di Commercio e delle iscrizioni degli atleti (che, in totale, ammontano a circa 1,5 milioni), l’evento si farà e gli oltre 1000 volontari previsti (ne servirebbero ancora qualche centinaio) sono già all’opera per dare indicazioni ad atleti, tecnici ed accompagnatori.

Turin

La festa inizierà venerdì 2 alle ore 17 quando San salvario darà il proprio benvenuto alle delegazioni con dj set, rappresentazioni teatrali ed esposizioni artistiche ed enogastronomiche.
Sabato 3, invece, avrà luogo la Cerimonia di Apertura che, come da tradizione olimpica, prevede la parata degli atleti da piazza Vittorio in direzione di piazza Castello alle ore 18. Qui, davanti a Palazzo Reale, verranno issate le 108 bandiere, poi gli atleti giureranno, sotto lo sguardo attento e compiaciuto del Ministro dello Sport Graziano Delrio, di Kai Holm, Presidente Imga e di Fabrizio Benintendi, presidente del Comitato Organizzatore Torino 2013. Presenti anche il Sindaco Piero Fassino e il Presidente della regione Cota che ammireranno, come tutto il pubblico, l’ingresso in piazza del protagonista della serata, la fiaccola. Portata da un ultimo tedoforo d’eccezione (si vocifera un grande nome dello sport italiano), la fiacocla raggiungerà il braciere e darà il via ai Giochi.

Correlato:  il Farò è caduto dalle parte giusta! (Galleria Fotografica)

Al termine della Cerimonia protocollare, spazio alla fantasia con “Suspend’s Turin”, uno spettacolo di danza aerea sulle facciate di Palazzo Chiablese, realizzata dalla compagnia “9.81”.

Dal giorno successivo, invece, non si scherza. È ora di vincere una medaglia!

Marco Parella

 

SEGUICI!

 

     

 



Commenti

SHARE