Home Spor-to Abbonamenti a Juve e Toro: è tempo di “spesona”.

Abbonamenti a Juve e Toro: è tempo di “spesona”.

9
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

La curva? Più economica quella granata di quella bianconera. Ma la tribuna, anche all’Olimpico, ha costi quasi proibitivi. Sta di fatto che, nonostante la crisi, quello di un abbonamento per la stagione calcistica che parte fra un mese assume sempre di più il sapore di un investimento di quelli importanti: all’ex Comunale assicurarsi i tagliandi per 19 partite (come accadde lo scorso anno i due derby saranno giocati in due stadi diversi, come accade in Inghilterra), costa dai 230 ai 180 euro, a seconda che si tratti di rinnovi o di nuovi tesseramenti, che per i granata scattano a partire da agosto (prima gli attuali abbonati possono fare valere il diritto di prelazione).

A proposito di prelazione: con la finestra dedicata agli Juventus Member si è già conclusa la campagna abbonamenti della Juventus, che come prevedibile, e come confermato dall’entusiasmo che in questi giorni invade la cittadina valdostana di Chatillon, sede del ritiro estivo, ha fatto registrare un tutto esaurito praticamente fulmineo.

CAMPAGNA-ABBONAMENTI-12-13

E dire che anche allo Juventus Stadium non è che le tessere costino bruscolini, anzi. Per una curva stiamo sui 350 euro (i prezzi dei nuovi abbonamenti nemmeno li citiamo, tanto non serve), e via a salire fino ai 600 euro delle tribune laterali e gli oltre 1100 della tribuna est, quella che un tempo aveva il nome di Distinti Centrali.

Correlato:  Spesa per lo sport: dopo il Nordest c'è Torino

E che all’Olimpico ancora si chiamano così: questo settore, in granata, costa dai 3 ai 700 euro, ma la vera sassata dalla squadra di Cairo arriva nei posti più da vip dell’intero stadio. La tribuna Grande Torino costa fino a 2200 euro a stagione. Come dire: cinque anni di abbonamento e ci si può tranquillamente cambiare l’automobile, che in caso di abbonamento alla Juve diventa una vettura di grossa cilindrata.

Campagna-abbonamenti-620x278

Al netto della differenza fra i due stadi, che almeno in parte giustifica una differenza di prezzo, al netto degli slogan ideati (specie dal Toro) per convincere i sostenitori ad abbonarsi,e al netto del fatto che entrambe le squadre promettono vantaggi per gli abbonati, al tifoso non fate notare che che gli abbonamenti sono arrivati, specie in tempi di crisi, a prezzi folli: volete mettere l’emozione di vedere una sgroppata di Cerci o un dribbling di Tevez da distanza ravvicinatissima?

Redazione Mole 24

 



Commenti

SHARE