Home Cronaca di Torino Le città più economiche per le vacanze (e quelle da evitare)

Le città più economiche per le vacanze (e quelle da evitare)

26
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Bolzano è la città italiana dove costa di più passare una notte in albergo.

I turisti che stanno pensando a qualche giorno di relax tra le montagne del Trentino sappiano che, secondo il Price Radar di HRS, portale leader del settore alberghiero, una camera per una notte a Bozen costerà loro circa 107 €.

La prima in classifica della scorsa rilevazione, su base trimestrale, era Venezia, scesa ora al secondo posto e anche al di sotto del simbolico “centone”: per affittare una stanza che affaccia sulla laguna si spenderanno infatti mediamente 99,09 euro, due in più di Milano.

Il capoluogo lombardo ha visto crollare i prezzi di oltre il 10% rispetto allo stesso periodo del 2012, ma è ancora ben distante dalle città più virtuose ed economiche.

La preferita dai turisti alle prese con la crisi è senza dubbio Palermo con i suoi 62,89 euro a notte, tallonata da Napoli (70,49€) e dalla nostra Torino che, rispetto all’anno scorso ha diminuito i propri prezzi di 9,5 punti percentuali, arrivando a costare “appena” 80 euro e spiccioli.

Le città più economiche per le vacanze (e quelle da evitare)
Bolzano

 

Le città che hanno subito un calo più vistoso dei prezzi delle camere d’albergo nei primi tre mesi del 2013 sono state, oltre a Milano, Genova, Torino, Napoli e Firenze, ma nonostante il periodo, HRS rileva che in altri importanti centri turistici vi sono stati aumenti delle tariffe.

Correlato:  Turismo, a Torino hotel già tutti pieni per il prossimo ponte di novembre

È il caso della succitata Venezia, di Bologna (+3,12% e 89,86 euro a notte) e della capitale Roma che, con i suoi 82,35€ per dormire in riva al Tevere e un +2,38% sul 2012 si piazza sesta nella classifica delle città con gli hotel più costosi d’Italia.

 

camera-albergo-a-venezia-lido

 

Oltrepassando le Alpi e dando un’occhiata a quello che succede nel resto d’Europa, la scelta migliore per le vacanze sembra essere l’Est: pernottare a Praga costa solo 63€, a Varsavia 65,6€, a Budapest 65,7.

Le grandi capitali del Vecchio Continente rimangono molto gettonate e, di conseguenza, parecchio care.

Si parte dagli 80 euro di Madrid (qualche centesimo in meno di Torino!), per passare subito ai 93 euro a notte di Barcellona; Amsterdam è la prima grande città a tre zeri (108 euro), mentre il livello di esborso sale ancora a Londra e Parigi, rispettivamente a quota 124 e 122 euro a notte.

Il top per quanto riguarda questa ricca graduatoria è però ad appannaggio di un’insospettabile Mosca che accoglie i turisti per non meno di 144,66€ a notte.

 

Dubai-Emirati-Arabi-Uniti

Un vero investimento se considerate che una camera a Pechino costa mediamente poco più di 71 euro, una a Buenos Aires 82 e per dormire tra i casinò di Las Vegas bastano 87 euro e 24 centesimi! Nonostante la sua fama di zona “off-limits” per le tasche dei viaggiatori,

Correlato:  Aprite quel tornello!

Dubai si ferma al settimo posto nel mondo con 120 euro e spicci, superata da città come Miami (139), Hong Kong (140) e Singapore (142).

Dove si trovano gli hotel più cari al mondo?

Vi do un indizio: dalla finestra della vostra camera, pagata all’incirca 153 euro, potreste vedere una anziana signora ultracentenaria alta 93 metri che regge una fiaccola e guarda verso il mare aperto.

Marco Parella

 



Commenti

SHARE