Home Spor-to Toro: i giorni della speranza ?

Toro: i giorni della speranza ?

6
SHARE
Urbano Cairo mercato calciatori Torino Fc
Urbano Cairo mercato calciatori Torino Fc

Con questo mercato dilatato non si può mai sapere, con questo Toro non si può mai sapere. Se avessi scritto questo articolo due sere fa, gli umori sarebbero stati plumbei.

Si sarebbe scritto delle solite grane legate alle comproprietà, dei pochi giocatori di proprietà, delle possibili squalifiche, dell’assenza di certezze persino sul modulo.

Poi, in pochi giorni, l’immobilismo sembra sbloccarsi, cominciano ad apparire nomi interessanti, giocatori veri, di quelli che fanno venir poca voglia di fare ironia. Così, nei cuori dei tifosi, anche quelli inariditi dopo l’ennesimo derby perso o la partita contro il Genoa, spunta un sentimento che mancava da un po’, flebile, ma c’è: la speranza.

Farnerud Acquisto Torino
Farnerud Acquisto Torino

Non che sia capitato chissà cosa, ma, se il confronto è con la settimana precedente, quando si parlava di De Ceglie o Boakye come contropartite tecniche per Ogbonna e pareva esserci una transumanza dirigenziale verso la Juventus, sembra di essere al Carnevale di Rio.

Prima viene confermato Moreno Longo alla guida della Primavera dopo l’ottimo lavoro fatto, poi la comproprietà rinnovata di Barreto, infine l’ufficializzazione di Farnerud.

Il centrocampista svedese, con esperienza internazionale e il vizio del gol, sarà tutto della società di Cairo, senza prestiti, senza riscatti, senza buste.

camIL GLik

Nel frattempo, accanto a queste certezze, ci sono buone vibrazioni anche dal fronte palermitano: Darmian e Glik sembrano vicinissimi all’accasarsi definitivamente in granata, col polacco che potrebbe essere addirittura il prossimo capitano, uno di quei capitano che fanno vibrare la Maratona. Nella trattativa è anche saltato il nome di Kurtic, altro centrocampista in grado di inserirsi e con una discreta castagna da fuori.

Troppa grazia.

Giampiero Ventura Toro Fiorentina

Sembrerebbe, quindi, delinearsi uno scenario interessante: la possibilità, per Ventura, di avere una buona base su cui lavorare fin dal ritiro, cosa capitata nell’anno della promozione in B.

La possibilità di sperimentare il 3-5-2, senza dimenticare il 4-2-4. Magari la possibilità di farlo con Cerci, anche se la strada sembra impervia e, se si guarda in quella direzione, la speranza si trasforma in ansia, paura, incertezza. Perché va bene lasciare andare Ogbonna, ma perdere il giocatore più forte che abbia vestito il granata negli ultimi anni, sarebbe un grosso peccato.

L’accordo coi viola sembra lontano, la puzza di buste più vicina, staremo a vedere.

Alessio Cerci

Prima di dire che sia la volta buona che la società ha imparato dalle lezioni passate e si sta muovendo nella maniera giusta, però, ne deve ancora passare acqua sotto i ponti. Le nasate prese negli ultimi anni, anche prima dell’arrivo di Cairo, ma, per varie contingenze, con la sua presidenza si sono acuite, sono ancora fresche e ci sono tanti lividi che lo ricordano.

E allora calma, che il tifoso del Toro si goda questi attimi di attesa, questa piccola, forse flebile speranza. Perché magari fra due giorni saranno di nuovo borbottii e teste scosse, perché potrebbe ritornare il pessimismo, perché con questo mercato non si può mai sapere, con questo Toro non si può mai sapere.

 

Francesco Bugnone

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here