Home Cronaca di Torino Torino: dopo 15 anni sono in aumento i residenti

Torino: dopo 15 anni sono in aumento i residenti

82
SHARE

Stiamo crescendo. Eravamo meno di 907.000, ora siamo quasi 912.000.

Lo dice il Servizio Anagrafico della città di Torino che rileva un aumento dei residenti di circa 5.000 unità rispetto al 2011 e stima la popolazione dello scorso anno in 911.823 torinesi “ufficiali”.Genere residenti Torino

Siamo di più e, come potete vedere nella tabella qui a fianco, le persone che decidono di vivere nei nostri confini sono in netto aumento dopo l’emorragia degli anni ’90 e primi 2000 quando l’allora metropoli da un milione di abitanti passò rapidamente a 896mila; ci sono voluti anni e un piccolo boom demografico post-Olimpiadi per ritornare sopra quota 910mila e nel 2012, dopo una fase di stallo nel biennio precedente, Torino sembra aver aperto un nuovo capitolo della sua vita.

Per la prima volta dal 1990 (probabilmente anche da molto prima, considerando che i dati del Comune non risalgono oltre nel tempo) Torino diventa una città a misura di donna, con il cromosoma XX che diventa dominante per 476.811 contro 435.012.

Ad influenzare questi numeri potrebbe aver contribuito l’incremento delle donne straniere registrato nell’ultimo anno e passate da 65mila a oltre 73mila, a fronte di una sostanziale stabilità nel numero di stranieri maschi, attestati sulle 68mila unità. L’immigrazione verso Torino sembra quindi entrata in una nuova fase, quella del ricongiungimento famigliare: i 142.191 stranieri presenti entro i confini municipali (in gran parte provenienti dalla UE e dall’Africa) non sono più rappresentati dal marito emigrato in cerca di lavoro e soldi da mandare alla moglie rimasta nel Paese d’origine; ora è il momento di venire in Italia anche per le donne per stare con il proprio coniuge e sentirsi a casa anche in riva al Po.

Più donne dunque, ma anche più anziane: scorporando i 45 anni e mezzo di età media dei residenti, i monsù sono più giovani delle madamine di oltre tre anni, 44 rispetto ai 47 delle signore. Le dame torinesi possono però vantare una longevità superiore dato che, attualmente, a Torino abitano ben due signore che hanno da poco superato i 108 anni e 1 solo anziano di “appena” 106 anni.

men-vs-women-jpg_yGcTV

Il 2012, infine, ha portato un incremento di lavoro per una categoria mai in crisi, i parroci. Seppure i  neonati da battezzare sono diminuiti (7.885 contro gli 8.097 del 2011), sono stati celebrati circa 200 funerali in più, per un totale di 9.844 decessi. La buona notizia è che le campane delle chiese torinesi hanno suonato a festa più volte che in passato, dato che due anni fa i matrimoni erano stati 2.138, mentre l’anno scorso, davanti all’altare, si sono formate ben 2.286 coppie.

Le persone coniugate sono la categoria più numerosa in città, ricoprendo circa il 47% del totale dei residenti; il secondo stato civile più corposo è rappresentato dai celibi/nubili che nel 2012 erano 367mila, il 40%, mentre completano il podio i/le vedovi/e.

 

Marco Parella

 

SEGUICI!

logo fb mole  https://www.facebook.com/mole24torino   twitter mole24torinohttps://twitter.com/mole24torino

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here