Home Cronaca di Torino Torino Pride 2013: tutto pronto!

Torino Pride 2013: tutto pronto!

4
SHARE

Sarà provocatoriamente, ma nemmeno tanto, dedicato alla famiglia il Torino Pride 2013, in programma sabato 8 giugno per le vie della città.

La festa dell’orgoglio e della dignità di gay lesbiche bisessuali transgender e queer partirà alle 16 da via San Donato, con la testa del corteo all’angolo con piazza Statuto. Da qui si percorrerà viale San Martino, Piazza XVIII dicembre, via Cernaia, Via Pietro Micca per arrivare in Piazza Castello dove si terrà il comizio finale. A seguire, dalle 20,30 a notte fonda, la festa allo Sporting Dora in Corso Umbria 83.

Una passata edizione del Pride
Una passata edizione del Pride

Quest’anno il Pride attraverserà aree della città non solitamente toccate dalla manifestazione. Abbiamo scelto San Donato, quartiere bello, popolare e vissuto da persone di provenienze geografiche e culturali varie, essendo da sempre interessati/e anche ad una contaminazione/interazione tra le culture, quella glbtq compresa, e a favorire l’avvicinamento, la partecipazione il confronto con le persone, meglio se ancora poco coinvolte dal Pride.”, spiega Donata Prosio, coordinatrice del Torino Pride, l’associazione che da 8 anni raccoglie un sempre crescente numero di associazioni LGBTQ e non, che anche quest’anno ha messo in moto la manifestazione che è diventata grande festa laica e plurale che vuole contribuire alla costruzione di una città aperta alle differenze, per la difesa e l’affermazione dei diritti, della dignità, della laicità delle persone.

Ogni anno scegliamo di concentrarci su un tema, che diventa il focus della manifestazione. Quest’anno è il Family Pride, che pone al centro la valorizzazione e il rispetto e la richiesta del riconoscimento dell’eguaglianza di diritti per le molteplici forme che le persone scelgono per scambiarsi amore, affetto, sessualità, condivisione, sostegno”.

Nello specifico il coordinamento chiede con questa manifestazione matrimonio ugualitario, unioni civili, adozioni, riconoscimento del genitore non biologico, l’abolizione della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita, ma anche una serie di istanze legate a omofobia, cambio di genere, depatologizzazione della transessualità

La festa serale è organizzata in collaborazione con alcune serate torinesi, ovvero Baciami Stüpida, Bananamia, BNasty e Queever, sarà soprattutto una festa per tutte e tutti, con spazio per chi vuole fare due parole, chi vuole ballare, chi vuole vedere uno spettacolo e molto altro. I proventi della serata serviranno a finanziare il Pride. San Donato ospiterà anche altre iniziative correlate al Family Pride dell’8 giugno: il 7 giugno presso il cccTO ex Birrificio Metzger (Centro di Cultura Contemporanea di Torino), via San Donato, 68 – alle ore 18.00 vi sarà l’inaugurazione della mostra “le famiglie” a cura dell’associazione Istantanee Sociali e del Coordinamento Torino Pride GLBT. Alle ore 18.30, si prosegue con l’incontro “Famiglie senza diritti. Quali diritti e quali tutele vengono negati alle famiglie LGBT e ai loro figli?” Dove interverranno Chiara Saraceno, Sociologa – Carla Quaglino, Casa delle donne di Torino – Isabella Palici Di Suni, Avvocata.

Tutti i dettagli qui: Official Torino Pride Party 2013

A.M.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here